Un weekend in Umbria, tra Assisi e Todi

Un weekend in Umbria, tra Assisi e Todi


www.lamiaumbria.it

Un weekend in Umbria, soprattutto in primavera, ha tutto un altro sapore e colore.

Gli itinerari da percorrere sono davvero affascinanti, vuoi perchè l’Umbria conserva la memoria storica e religiosa del nostro paese, vuoi per le tante bellezze artistiche e naturali che vi si trovano. Ecco per esempio un percorso da fare in un weekend.
Arrivo nel primo pomeriggio di venerdì ad Assisi, la città in pietra rosa che da sempre è la patria del misticismo umbro.

La storia dei suoi grandi santi. Francesco e Chiara, qui si unisce all’opera dei più famosi pittori del Medioevo. Visita della cittadina e dei suoi monumenti più caratteristici; a seguire visita in una cantina della zona con degustazioni vini tipici della recente DOC Assisi (Grechetto, bianco, rosso e rosato) accompagnata da una merenda a base di formaggio e salumi.

Il sabato trasferimento a Todi per visita guidata: la graziosa cittadina collocata in cima ad un colle nell’Umbria centrale, offre un centro storico medievale particolarmente ben conservato e ricco di storia. E’ la patria di lacopone da Todi, grande mistico e poeta, oltre che figura di rilievo della storia francescana.

Si prosegue con il pranzo in agriturismo accompagnato da vini tipici della DOC Colli Martani nella quale è compreso l’intero territorio del comune di Todi con le tipologie Sangiovese, Trebbiano, Sangiovese Riserva ed il famoso Grechetto di Todi.

Nel pomeriggio trasferimento a Marsciano, nella media valle del Tevere, principale centro dell’Umbria di produzione del laterizio. Visita al Museo Dinamico del Laterizio e delle Terrecotte, che ha sede nell’antico Palazzo Pietromarchi.

Si prosegue con una visita di una azienda vitivinicola della zona con degustazione vini DOC bianchi e rossi della DOC Colli Perugini: i vitigni più diffusi per i rossi sono il Cabernet ed il Merlot, mentre per i bianchi troviamo il Trebbiano, il Grechetto e lo Chardonnay.

Vista di Torgiano

Vista di Torgiano – Di Zyance – Opera propria, CC BY-SA 2.5

La domenica mattina può cominciare con una visita a Torgiano. antico borgo alla sommità di un dolce rilievo collinare al centro dell’Umbria, sicuramente una delle grandi capitali italiane del vino. La zona è stata fra le prime in Italia ad ottenere la DOC (1968 e la DOGO (1991) con il suoi Torgiano Bianco e Rosso e Torgiano Riserva. Pregiati e ricercati, questi vini sono ormai da anni diffusìssimi nei più selezionati mercati nazionali ed internazionali: le varietà dei vitigni spaziano dai più tradizionali Sangiovese, Canajolo, Trebbiano e Greghetto, ad altre varietà introdotte successivamente ma ormai radicate quali Chardonnay, Pinot grigio, Pinot Nero, Cabernet Saviognon e Merlot.

Dopo una breve passeggiata nel grazioso centro storico, nel pomeriggio sosta nella frazione di Brufa, lungo la strada del Vino e dell’Arte, dove sono posizionate numerose sculture di arte contemporanea all’aperto. Questa gita termina qui, il giorno dopo infatti è lunedì.