Cosa visitare ad Udine in un giorno

Cosa visitare ad Udine in un giorno

Cosa vedere a Udine, l’affascinante porta dell’Est

Edifici in stile gotico e rinascimentale, bellissime piazze medievali e tanti monumenti: Udine, la Porta dell’Est, è una città ricca di storia e in grado di rapire tutti con il suo immenso fascino.

Come una fenice è rinata dalle sue ceneri, trasformando l’orrore della seconda guerra mondiale in quello che è oggi un centro urbano elegante e raffinato in ogni suo spazio. Una città che ha subito tanti cambiamenti, ma sempre conservando la bellezza delle più importanti costruzioni di grande valore storico e culturale.

Visitare Udine significa tuffarsi in una moderna realtà, ma senza perdere di vista quello che è stato un ricco passato. Le più antiche costruzioni, sulle quali non sono mancati perfetti interventi di restauro, lasciano un bel po’ di spazio anche agli edifici moderni. Questi ultimi sembrano osservare in silenzio e con ammirazione la maestosità e l’eleganza delle prime, convivendo in modo pacifico e valorizzando al meglio il contesto urbano.

C’è davvero tanto da vedere a Udine e un giorno solo potrebbe non bastare: la bella Piazza della Libertà dove si trova la Loggia del Lionello, la Loggia di San Giovanni, la Torre dell’Orologio, il settecentesco Duomo e tanti altri edifici che occupano la parte centrale della città. Queste sono solo alcune delle cose da visitare, perché la lista è davvero molto lunga.

Però, per gustare nel miglior modo possibile l’atmosfera del centro storico e dei suoi vicoli, lasciandosi trasportare dall’ospitalità della gente e dal buon sapore del Tajut di Tocai (come si dice in lingua friulana, “un taj di chel bon”: cioè un buon bicchiere di vino da gustare in un’atmosfera conviviale) un modo c’è. Si possono seguire diversi itinerari per visitare Udine in un giorno e non tornare a casa con l’amaro in bocca, cioè senza aver ammirato le principali attrazioni cittadine. Basta prendere la giusta direzione e sarà facilissimo girare tra i duecenteschi palazzi e le botteghe artigiane per arrivare nei pressi dell’antico Castello, magari soffermandosi qualche istante sotto i bellissimi portici che circondano alcune delle più belle piazze che rispecchiano uno stile tutto veneziano. Sì, a Udine c’è anche un po’ di Venezia!

Udine è una città affascinante: piazze che richiamano la bellezza di Venezia, portici, monumenti, antichi edifici religiosi e tantissimi palazzi signorili. Uno spettacolo per gli occhi e per il cuore! (Gian77 [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons)

Un veloce itinerario per visitare il centro di Udine in un giorno

Ammirare tutte le bellezze di questa affascinante città in un sol giorno è impossibile, ma con queste indicazioni raggiungere i principali luoghi di interesse nel cuore del centro storico non sarà un problema. Ecco dove a andare:

  • percorrendo Via Aquileia, passando proprio sotto l’omonima Porta, si arriva nel cuore del centro storico, raggiungendo il primo importante edificio religioso costruito dai Frati Carmelitani nel 1522. Lungo la strada si trova la Chiesa della Madonna del Carmine, al cui interno è possibile ammirare un soffitto riccamente affrescato e l’arca marmorea del Beato Odorico da Pordenone.
  • Continuando si sbuca in Via Vittorio Veneto, nei pressi del Duomo. Un edificio costruito nel XIII secolo e che ha conservato il suo stile gotico-romanico nella sola parte esterna. Gli interni della Cattedrale di Santa Maria Maggiore sono in stile barocco e racchiudono numerose opere d’arte: altari in pregiato Marmo di Carrara, sculture del Torretti, gli affreschi di Andrea Urbani e di Ludovico Dorigny, gli stucchi di Abbondio Stazio, la rappresentazione dei Santi di Giambattista Tiepolo e tante altre meraviglie da ammirare con stupore.
  • Vicinissima al Duomo e all’Oratorio della Purità (sorge a fianco del Duomo e conserva le maggiori opere udinesi del Tiepolo) si trova Piazza della Libertà, il cuore pulsante della città. Edifici antichi si susseguono dolcemente e ricordano il fascino di un’altra città, Venezia. Non a caso questa piazza è stata definita come “la più bella piazza veneziana di terraferma”. Qui si trovano i più importanti edifici, tra cui la Loggia del Comune e la Loggia di San Giovanni. La Torre dell’Orologio, la Colonna con la Statua della Giustizia, il monumento con il Leone di San Marco e la Fontana monumentale non fanno altro che completarla e donarle un’eleganza d’altri tempi.
  • Basta voltarsi leggermente per riempire gli occhi con la maestosità del leggendario Castello di Udine. Il complesso originario fu sede dei Patriarchi di Aquileia dal 1222 al 1420, quando subentrò il Governo della Serenissima. Poi, con il passaggio di Udine all’Austria (Trattato di Campoformido) il palazzo fu trasformato in caserma. Con l’Unità d’Italia l’edificio è diventato sede dei Civici Musei e Gallerie di Storia ed Arte di Udine (che comprendono anche il museo del risorgimento e il museo archeologico).C’è una leggenda sul Castello di Udine: si narra che venne innalzato con la terra trasportata negli elmi dai soldati di Attila, per permettergli di ammirare lo spettacolo di Aquileia in fiamme da una privilegiata posizione.
  • Sul piazzale del Castello si affacciano la Casa della Contadinanza, la Casa della Confraternita di Santa Maria di Castello e la Chiesa di Santa Maria del Castello. Non mancano meravigliosi giardini, che si estendono fino al Palazzo Arcivescovile, dove trascorrere un po’ di tempo in relax e ricaricare le batterie prima di riprendere la passeggiata per le stradine nel cuore della città.

Se vi rimane del tempo a disposizione, approfittatene per visitare altre cose, come la duecentesca Chiesa di San Francesco (una delle più antiche testimonianze della presenza dei Francescani in Friuli), e per passeggiare lungo Via Giuseppe Verdi, uno degli scorci più suggestivi di Udine.

Uno scorcio della bellissima Piazza della Libertà di Udine. Sullo sfondo il Castello. (Di M.agostinelliOpera propria, CC BY-SA 4.0, Collegamento)

Per visitare la città è stato creato un portale (udinevicina.it) dove sono ampiamente descritti ben 8 itinerari turistici per non perdersi neanche un pezzetto di questa affascinate città:

  • 4 sono i percorsi tematici: “Quattro passi con Giambattista Tiepolo”; “Quattro passi con Raimondo”; “Quattro passi con Tina”; “Rogge e Giardini”.
  • 4 i percorsi geografici per visitare le aree più importanti di Udine.

Quando andare ad Udine?

Settembre è un ottimo periodo per visitare la città e non perdere l’occasione di partecipare ad eventi unici e coinvolgenti. Il caldo estivo lascia il posto a temperature decisamente più piacevoli per girare in lungo e in largo, i colori del paesaggio che circonda la città iniziano a cambiare e l’atmosfera torna ad essere più tranquilla dopo la frenesia delle serate estive. Proprio alla fine dell’estate è organizzato il Friuli DOC: una rassegna enogastronomica per tuffarsi in un mare di prelibatezze locali. Le principali vie del centro storico si riempiono con stand e punti di ristoro dove assaggiare le ricette di un tempo e degustare i migliori vini del territorio.

Scoprire un luogo attraverso i sapori? Sì, è possibile!

 

 

Dettagli Mariano Cheli

..."sentirsi liberi attraverso le parole"... Studente in giurisprudenza amante della scrittura. Adoro giocare con le parole e amo informarmi e scrivere in merito a svariati argomenti. Inoltre, amo il mio Paese e giorno dopo giorno cerco di conoscerlo sempre più a fondo e, attraverso la scrittura e il web, presentarlo a quante più persone possibili, sotto molteplici sfaccettature.