Bolzano



Bolzano, capoluogo della regione Trentino Alto Adige, conta 104187 abitanti e si trova a ben 264 metri sul livello del mare. La città è situata in un fondovalle alpino ed è circondata da monti. A Ovest troviamo la catena della Mendola, a Nord-Ovest l’Altopiano del Salto, a Nord-Est una cima del Renon e infine a Sud-Est c’è il Monte Pozza. Con questi presupposti il clima non può che essere di tipo continentale, con inverni sotto zero ed estati che raggiungono i 40°.

Un tempo Bolzano era chiamata Bauzanum, il nome di un accampamento-fortezza creato nel 14 a.C. dal Console Romano Druso. Fino al V° secolo d.C. la città fu in mano ai Romani, poi se ne impadronirono i Barbari ed i Longobardi finchè anche Bolzano non si unì al Ducato di Trento. Poi fu occupata dai Conti di Tirolo, a causa dei quali in città si parlano due lingue.

Nel 1918 Bolzano si unì al Regno d’Italia e nel 1927 divenne capoluogo della regione. Come per molte altre città, anche Bolzano fu distrutta dalla Seconda Guerra Mondiale. Lo stemma della città è come quello Austriaco ma con i colori capovolti, bianco rosso bianco, ed una stella a sei punte color oro al centro in memoria della Madonna Patrona del Duomo cittadino.

Entrando in Bolzano, il cartello riporta sia la scritta Bolzano che la scritta Bozen. Questo perché la popolazione è bilingue, parla infatti due lingue: l’italiano e il tedesco. Scritture in tutte e due le lingue le troviamo per tutta la città, sulle insegne sui cartelloni pubblicitari e sugli avvisi stradali. Questo perché così era stato deciso per fare in modo che la regione avesse la propria autonomia.

La Piazza Walter è sicuramente la piazza più importante della città dove si può ammirare il Duomo dedicato all’Assunta. Altri monumenti di sicuro interesse sono: la Chiesa dei Domenicani, il Palazzo Municipale, la Chiesa dei Francescani, il Palazzo Toggenburg, il Museo dell’Alto Adige, il Castel Mareccio, il Castel Ròncolo, il Monumento della Vittoria e il Gries.

I monumenti di Bolzano assolutamente da visitare sono per lo più finiti, ma bisognerebbe ritornare verso il centro della città, seguendo questo itinerario: da Gries a Piazza Mazzini, poi proseguire per Corso Italia con la Chiesa di Cristo Re e il Palazzo di Giustizia, fino a Piazza Adriano. Poi si prosegue per Viale Roma con la Fiera Internazionale di settembre, fino ad arrivare al Viale Trieste con il Lido e il Campo Sportivo. Poi andare fino al Viale Druso, proseguire per Via Marconi per arrivare infine al Piazzale della Stazione.