Il 27 marzo Giornata mondiale del Teatro

Domenica 27 marzo si celebra per il secondo anno consecutivo la Giornata mondiale del teatro. L’evento, che aderisce ad un’iniziativa promossa dall’Istituto internazionale del teatro già a partire dal 1961, ha lo scopo di diffondere l’amore per il teatro e la sua valorizzazione. Questa forma di espressione viene anche considerata un ottimo strumento di pace e amicizia fra i popoli, in quanto potente fattore di aggregazione e socializzazione nei confronti delle diverse realtà culturali del Paese e della comunità internazionale tutta. In occasione della Giornata dedicata al teatro moltissime sono le iniziative promosse dal Comitato organizzatore dell’evento composto, fra gli altri, dall’Associazione generale italiana dello spettacolo e dall’Ente teatrale italiano. Alla manifestazione aderiscono anche un gran numero di istituzioni pubbliche e private, molte fra le compagnie teatrali più importanti del Paese, gruppi studenteschi e realtà dilettantistiche. Sull’intero territorio nazionale si tengono rappresentazioni realizzate ad hoc, gare e concorsi riservati agli studenti, oltre ad un gran numero di azioni promozionali che consentono di assistere agli spettacoli con biglietti scontati quando non gratis. Quest’anno particolare attenzione è riservata alle tematiche legate all’intercultura e alla coesione nazionale, sull’onda dei 150 anni dell’unità d’Italia. A tal proposito molte compagnie propongono commedie dialettali ma anche spettacoli che affrontano temi delicati come quello dell’immigrazione o dell’integrazione etnica. Quiesta edizione è accompganata purtroppo da polemiche e contestazione, a causa dei tagli alla cultura praticati dal Governo. Ma le ultime notizie hanno in qualche modo placato gli animi perechè qualche boccata di ossigeno sembra essere stata data da nuovi provvedimenti. Comunque il teatro sembra essere ancora oggi la forma di rappresentazione più diretta e immediata, l’unica in grado di creare tra spettatore ed attore un feeling inscindibile e per certri versi carismatico. Dunque: Viva il teatro!