Cosa visitare nei dintorni di Matera, nel metapontino e sulla costa jonica lucana

Cosa visitare nei dintorni di Matera, nel metapontino e sulla costa jonica lucana



Matera
, la città dei sassi, è sicuramente un posto unico al mondo, tanto che è stata dichiarata patrimonio universale dall’Unesco, ma anche il suo hinterland non è da trascurare per le ricchezze artistiche e naturali che contiene.

Infatti oltre all’irresistibile il fascino dei Sassi di Matera (protetti dall’Unesco) e delle chiese rupestri materane, con una interessante collezione di ristoranti e pizzerie e pub e negozi di prodotti tipici e artigianato collocati in maniera suggestiva nelle grotte, le zone limitrofe non sono certo da sottovalutare.

A poca distanza da Matera è di notevole interesse infatti la piana metapontina, posizione strategica per poter conoscere le più interessanti destinazioni del patrimonio storico e culturale lucano. Qui i Greci si insediarono a partire dall’VIII secolo a.C. Salire fino a Rotondella, prima del tramonto, vuoi dire poter ammirare dalla cima del colle del “balcone dello Ionio” la splendida vista sul mare e su molti comuni della provincia di Taranto, Matera e Cosenza

Di qui, seguendo il corso del fiume Basente, ci si addentra nella regione, spaziando dalle spiagge dello Ionio fino ai paesaggi più aspri delle montagne dell’Appennino.

Il pittoresco centro di Bernalda, costruito su un colle argilloso in una zona che fu centro di insediamenti lucani e greci, custodisce un pregevole Castello risalente al Quattrocento e la chiesa madre di San Bernardino del Cinquecento.

Pomarico – Veduta

Pomarico – Veduta foto Di Vitus81 (CC BY 2.5)

Varcato il corso del Basente, non lontano da Pomarico, si trovano i ruderi di Pomarico Vecchio, antico villaggio fondato dai Greci. A Pomarico è di grande interesse il municipio (XV secolo) che ha sede nell’ex convento di Sant’Antonio.

Notevoli sono inoltre le due chiese di San Rocco e di San Michele, in stile barocco, e il palazzo Marchesale, dei secoli XVII-XVIII. Poco distante si trova il Bosco della Manferrara di grande attrattiva naturalistica e habitat di svariate specie di piante e animali. Altro suggestivo e pittoresco borgo è Salandra che alcuni storici riconoscono nell’antica Alicantro. Qui, nel 1732, vennero ritrovate le Tavole di Heraclea, reperti che contribuirono a testimoniare l’esistenza della città greca sulla costa ionica.

Francis Ford Coppola

Francis Ford Coppola- foto da Wikipedia

 

Verso l’interno troviamo Stigliano località di villeggiatura situata sull’Appennino, già abitata nell’età del Ferro. Andando più a sud, verso Agri, ci si imbatte nelle località di Alianello Nuovo e Alianello, interessantissime sono le grotte all’interno delle quali sono state rinvenute necropoli risalenti all’Età del Ferro. Tutta la zona però merita una visita attenta, magari in compagnia di una guida. A Matera esistono cooperative che svolgono proprio questa funzione, consentendo ai turisti di esplorare il territorio e di conoscerlo con dovizia di particolari.

Se invece amate i vip, ed i sapori lucani genuini, allora inerpicatevi fino a Bernalda dove il mitico regista italo americano Francis Ford Coppola, la cui famiglia ha qui le sue origini, ha creato un resort di lusso in un palazzotto.

Emozionanti i luoghi di preghiera dell’Abbazia di San Michele a Montescaglioso ed il Santuario di Santa Maria di Anglona a Tursi. Ovviamente non può mancare un buon calice di ottimo vino rosso Aglianico Doc o Docg ed anche la ritrovata freschezza di un bianco di Greco di Basilicata.

Abbazia di San Michele Arcangelo

Abbazia di San Michele Arcangelo – foto Di Giuliano Buompastore (CC BY-SA 3.0)

Altro che “cosa vuoi di più dalla vita…
scoprite questi borghi nascosti, meno conosciuti ma con tanta storia e cultura da mostrare!

Se avete altri consigli inseriteli pure nei commenti