Visitare Saint-Vincent e Chatillon



Saint Vincent 1Entrambi i comuni, tra i più piccoli della Regione Autonoma della Valle d’Aosta si trovano nella valle centrale della Dorea Balta, all’ingresso della Valtournenche:

  • Saint-Vincent, celebre per la famosa Casa del Gioco, e parte della Comunità Montana del Monte Cervino si estende su una superficie di 20,81 chilometri quadrati ed ha 4800 abitanti;
  • mentre Chatillon ha una superficie di 39,77 chilometri quadrati e comprende quasi 5000 abitanti.

Così come la cittadina di Aosta, anche Saint-Vincent vanta tra i propri luoghi di interesse resti romani oltre che una grande chiesa romanica risalente al XII secolo; il comune di Saint-Vincent, che ha come patrono San Vincenzo Martire il 22 gennaio, è diventato famoso nella seconda metà del XIX secolo per la presenza della fonte termale scoperta da Jean-Baptiste Perret nel 1770.

Chatillon Chatillon, o Castiglione Dora come venne chiamato questo comune durante il fascismo dal 1939 al 1946, sembra che abbia origine addirittura dalla preistoria visto i ritrovamenti presso l’attuale stazione ferroviaria di frammenti di ceramica.

A Chatillon il turismo ha avuto un ruolo secondario fino al XIX secolo, infatti da sempre la vocazione di questo comune è l’industria ed il commercio; attività che iniziarono a svilupparsi nel XIV secolo con lo sfruttamento delle miniere di ferro ad Ussel.

Successivamente Chatillon divenne anche uno strategico polo commerciale attivando una serie di scambi con il Vallese attraverso il colle del Teodulo.

Come dicevamo poco sopra, fino alla metà del 1950 il turismo ha svolto un ruolo subordinato e relativo unicamente ad alcune locande ed alberghi da “sponda” per gli alpinisti diretti sul Cervino o per i villeggianti diretti principalmente alla più rinomata Saint-Vincent.

Nei decenni successivi invece è divenuto un centro di altrettanto importanza turistica anche grazie alle visite culturali ai castelli di Ussel, Passerin d’Entreves, baron Gamba ed alla Cappella di Saint-Clair.

L’ultima domenica di ottobre si svolge la Sagra del miele; mentre a Saint-Vincent si svolge dal 1948 il Premio Saint-Vincent per il giornalismo.