Il vero cioccolato svizzero è solo in… Svizzera!



cioccolato alproseLe vacanze natalizie sono finite da qualche giorno, ma l’aria di festa rimane, anche perchè tra qualche settimana un’altra festa ci attende: il carnevale. Durante le Feste appena trascorse si è mangiato di tutto, ma in particolare sulle tavole non sono mancati prodotti a base di cioccolato. Il cacao è indubbiamente un prodotto di gran moda e di tendenza nelle Feste, ma si gusta con piacere in tutti i periodi dell’anno. La parola ‘cacao’ risale già all’epoca degli Olmechi, circa 1000 a.C. Si sa tuttavia con certezza che i primi ad apprezzare tutti i pregi del cioccolato furono i Maya nel 600 d.C., seguiti dagli Aztechi. Il cacao giunse in Europa nel 1502 grazie a Crisloforo Colombo e si diffuse rapidamenle dapprima in Italia e poi in Francia. A partire dalla metà del Settecento, nel corso della Rivoluzione industriale, il cioccolalo assurse progressivamente a prodotto di massa.
II Museo del cioccolato Alprose a Lugano presenta il mondo del cioccolato dalle origini ai giorni nostri. Dagli aspetti prettamente storici e dai suoi singoli componenti ai primi impianti di produzione fino alle varietà odierne, passa in rassegna tutti gli aspetti di un prodotto intramontabile. Accanto ai suoi pregi didattici, il Museo contribuisce a consolidare la tradizione del cioccolato svizzero, rinomato per l’eccellenza della sua qualità.
La visita del Museo termina nel negozio che consente di assaggiare a piacimento la ricca varietà della produzione Alprose. Dalla tradìzionale tavoletta alle confezioni più pregiate, si possono acquistare deliziose specialità nelle forme più diverse da assaporare in dolce compagnia o da donare. I prezzi decisamente vantaggiosi consentono di prolungare il piacere di un’affascinante visita.
Anche se Lugano si trova in Svizzera, la vicinza territoriale con l’Italia lo colloca indubbiamente tra le mete turistiche preferite dai nostri connazionali, che per raggiungere la città possono scegliere tra vari mezzi di trasporto. Treni, autobus e automobili sono i mezzi che da Milano o da altre città del Nord portano turisti e visitatori nella cittadina svizzera. Da non dimenticare che nel Museo, o meglio nel negozio attiguo, è possibile assaggiare molti prodotti gratuitamente e durante i giorni feriali è possibile la visita nelle sale della produzione.