Wolfsoniana a Nervi



WolfsonianaLa raccolta della struttura Wolfsoniana a Nervi, appartenente al collezionista americano Mitchell Wolfson, venne gestita, nel 1993, dalla Fondazione Regionale Cristoforo Colombo e successivamente entrò a far parte del Polo dei Musei. Grazie al contributo del Comune, la collezione ottenne una sede adeguata e con la partecipazione della Regione e della Fondazione Cassa di Risparmio venne realizzato l’allestimento.

Il materiale raccolto offre un percorso nella storia della società, della città, della tecnologia e dell’arte negli anni dal 1880 al 1945.

L’esposizione propone più di diciottomila esemplari tra mobili, opere d’arte e oggetti di arredamento, disposti secondo un ordine cronologico e tematico. Da pezzi dell’Art Nouveau si passa alla Scuola Romana, a ceramiche Deco di Gio Ponti, ai modellini di mezzi di trasporto, fino alle testimonianze del Design Industriale e del Razionalismo. Si trova poi un Archivio contenente disegni, manifesti, fotografie, progetti, tutto materiale appartenuto ad architetti italiani della prima metà del Novecento.

La Biblioteca conserva settemila libri, manoscritti e manifesti relativi ai movimenti artistici e agli sviluppi della società. L’edificio ospita, inoltre, mostre temporanee.