San Vito Lo Capo, la perla della Sicilia

Nato alla fine del settecento, nella bianchissima baia compresa tra Capo San Vito e Punta Solanto, ai piedi di Monte Monaco, San Vito Lo Capo (o come chiamato in siciliano, Santu Vitu) è uno dei più famosi luoghi di soggiorno estivo della Sicilia; il turismo in questo comune di circa 4000 abitanti in provincia di Trapani è dovuto principalmente alla bellezza della sua spiaggia.

Il comune è divenuto famoso in tutto il mondo grazie ad un particolare festival dedicato ad una particolare prelibatezza gastronomica, ovvero il Cous Cous; infatti la cittadina siciliana, dal 1998, ospita il “Cous Cous Fest”, una rassegna enogastronomica del Mediterrano di livello mondiale, dove si affrontano chef unici provenienti da ben 8 paesi differenti: Costa d’Avorio, Francia, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal e Tunisia.
Tutti questi paesi si affrontano proponendo il piatto forte che dà il nome al festival, il couscous cucinato secondo la tradizione propria del paese in questione.

Ma a San Vito Lo Capo non padroneggiano unicamente festival eno-gastronomici, ma anche culturali; “Libri, autori e buganville” è questa una delle rassegne culturali che si svolge nel periodo estivo ogni anno e che propone una serie di incontri con autori nella via Venza; rassegna alla quale prendono parte i principali e migliori scrittori italiani.

San Vito lo Capo 2Ma oltre alla tradizione gastronomica, Santu Vitu (come chiamato dai siciliani) è famosa soprattutto per il suo mare e i suoi tre chilometri di spiaggia dorata, fine e bella da fare invidia ai più rinomati e conosciuti paradisi marini degli altri stati.
Difficile indicare un particolare tratto di spiaggia in cui fare il bagno, ogni piccolo tratto è caratteristico e incantevole; nessuna corrente, fondale marino che degrada lentamente verso il largo; c’è anche la possibilità di avere gli scogli.

Uno dei simboli di Santu Vitu è sicuramente il faro, costruito sotto il Regno Borbonico dal 1854 ed accesso per la prima volta il 1 agosto del 1859.
Una luce molto forte, che di notte arriva fino a venti miglia marine; decine sono i naufragi che sono stati evitati, nei decenni passati, grazie alla sua luce rossa.
Una torre molto alta, 43 metri, che può essere ammirata da vicino essendoci una passeggiata che permette di raggiungerla.

Per raggiungere San Vito Lo Capo, che dista una quarantina di km da Trapani e 90 dall’aereoporto di Palermo, è possibile utilizzare le numerose linee di autobus che percorrono in lungo ed in largo l’isola siciliana.

B&B a San Vito Lo Capo e Dintorni