«Cuori Urbani – Festival dei centri storici pugliesi»

Da venerdì 12 novembre a Monopoli e Adelfia la rassegna del teatro Kismet

Nella giornata in cui Federculture indice la serrata dei luoghi di cultura con il motto “Porte chiuse, luci accese sulla cultura”, il Teatro Kismet OperA di Bari parte con il progetto «Cuori urbani Festival dei centri storici pugliesi», programmato ormai da diversi mesi.

Il progetto si colloca nell’ambito dell’intervento Valorizzazione del territorio e delle risorse culturali e ambientali attraverso lo spettacolo promosso dalla Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, finanziato dal FESR ASSR IV e attuato dal Teatro Pubblico Pugliese e inoltre si avvale della collaborazione di Provincia di Bari e Comuni di Monopoli e Adelfia.

Si tratta di una rassegna volta da un lato a valorizzare alcuni luoghi di centri storici pugliesi attraverso racconti musicati, fiabe e momenti dedicati ai più piccoli, dall’altro a cominciare un lavoro di narrazione sul territorio con il coinvolgimento di esperti, giornalisti e scrittori, invitati dal Kismet a raccogliere e rielaborare materiale sulla storia locale per tradurlo poi nei prossimi anni in testi e drammaturgie.

La rassegna si aprirà a Monopoli venerdì 12 novembre nella chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo. Qui si comincerà alle ore 18,30 con lo spettacolo Otto Panzer di e con Gianni Risola, cui seguiranno i racconti in musica di e con Monica Contini e Lucia Zotti “Belinda fra le mura” e “Pizzomunno”. Infine alle 21 l’attrice e regista Teresa Ludovico proporrà il racconto in musica “Gilgamesh”: in tutti e tre i casi ad arricchire i racconti ci saranno le percussioni di Cesare Pastanella.

Il 13 novembre, sempre a Monopoli nella chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, sarà in scena prima – alle 19,30 – la fiaba popolare “Un regalo per Quicha” con la Zotti e la Contini e subito dopo “Odissea” con Teresa Ludovico.

Il 14 novembre, stesso luogo, si comincia con il racconto de “Il viaggio di Arjun” di e con Monica Contini e Lucia Zotti, accompagnate alle percussioni da Pastanella e si continua con la voce narrante della Zotti a proporre il racconto popolare “La sposa scheletro”, sempre accompagnata da Pastanella.

Dopo una pausa di qualche giorno Cuori urbani si sposterà ad Adelfia, il 20 novembre nel Castello di Canneto, dove ci saranno Otto Panzer alle 18,30 e la fiaba “Un regalo per Quicha” alle 19.30.

Infine chiusura a Monopoli, il 13 dicembre nella chiesa dei Santi apostoli Pietro e Paolo con l’oratorio de “Il malato immaginario ovvero le Molière immaginaire” diretto da Teresa Ludovico, con Augusto Masiello, Marco Manchisi e con Cristina Mileti, Ilaria Cangialosi, Michele Cipriani, Andrea Fazzari, Daniele Lasorsa.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è gratuiti, info 080.579.76.67 o su www.teatrokismet.org