Un B&B gratuito a Bosa (Sardegna), ecco l’idea innovativa di una famiglia sarda

Siamo a Bosa, un piccolo paesino a sud di Alghero nella provincia di Oristano, situato nella costa occidentale della Sardegna; la particolarità di questo comune è che è l’unico della Sardegna che è edificato accanto all’estuario di un fiume, il Temo che peraltro è parzialmente navigabile con imbarcazioni a basso pescaggio per circa 5-6 chilometri.

Si è sviluppata in una frazione marina (Bosa Marina), frequentata stazione balneare, presso la quale si trova un porto che include quella che un tempo era l’isola Rossa, accanto alla foce del fiume, ora congiunta alla terraferma per mezzo di bastione carrabile.
Oltre che numerosi monumenti religiosi, su tutti la Concattedrale dell’Immacolata Concezione, la Chiesa di Nostra Signora e quella dedicata a San Pietro, a Bosa sorge anche una torre, appunto la Torre di Bosa eretta sull’Isola Rossa e che in passato serviva per scoraggiare le incursioni dei Saraceni.

E’ in questo borgo che Ilaria, Alfredo ed il piccolo Elia hanno avuto un’idea davvero innovativa; aprire un Bed&Breakfast dotato di una B in più: quella che significa Baratto.
Infatti non servono soldi per soggiornare al VillaVillaColle di Bosa, ma unicamente la volontà dell’ospite di lasciare in cambio qualcosa per il suo soggiorno che può durare un week end o una settimana.

Ilaria e Alfredo, scultori-ceramisti, hanno deciso di aprire la loro casa-torre del 1600, costruita ai piedi del Castello dei Malaspina, in cui la vacanza si basa unicamente sul baratto: ospitalità in cambio di creatività.
Il baratto si basa su qualsiasi cosa: marmellate Bio, piccoli lavori domestici, favole per il piccolo Elia; insomma un turismo alternativo, sostenibile non solo dal punto di vista ambientale visto che il posto si è meritato le 5 vele di Legambiente, ma anche dal punto di vista economico.

Il VillaVillaColle è stato inaugurato nel 2009 e ha riscosso subito successo, meta di una vacanza alternativa in cui non è la generosità del conto in banca a fare la differenza, bensì la generosità e la buona volontà dei vacanzieri: idea del baratto come forma alternativa ma soprattutto costruttiva di “pagamento”.

Il baratto, infatti, in questo caso non vuole essere un semplice tornaconto ma il modo di dare il via a un turismo che possa essere davvero sostenibile, a zero euro, per dare a tutti la possibilità di andare in vacanza senza essere costretti a spendere soldi.

Altri B&B a Oristano e Provincia

Tour consigliati