Cosa fare a Fasano nel brindisino:eventi e mostre

Cosa fare a Fasano nel brindisino:eventi e mostre

Fasano i suoi soffitti

“A cielo di carrozza” è la mostra (con presentazione dell’omonimo libro) tenutasi nel 2010, delle immagini di soffitti storici di palazzi di Fasano (Br) realizzati fra la metà del ‘700 e la metà del ‘900. I proventi della vendita del libro sono stati destinati ai lavori di restauro del soffitto del salone di Palazzo Pezzolla, immobile di proprietà comunale destinato a contenitore culturale.

Stemma piazza fasano

Stemma piazza fasano –foto di wikipedia (CC BY-SA 3.0)

“A cielo di carrozza” (stampato da Smau Center) è il libro di Gianni Lacialamella presentato nel 2010 nella sala di rappresentanza del Palazzo municipale di Fasano. Nell’occasione è stata inaugurata l’omonima mostra di foto a colori ritraenti i soffitti storici di palazzi fasanesi realizzati fra la metà del ‘700 e la metà del ‘900. Alla presentazione del libro e della mostra sono intervenuti Gianni Laciamella, autore del volume e curatore dell’esposizione, che ha illustrato i contenuti del suo lavoro, il sindaco Lello Di Bari e l’assessore alla Cultura Antonio Scianaro (la manifestazione era stata infatti, organizzata dal Comune di Fasano).

Il libro (128 pagine) raccoglie le foto a colori ritraenti 71 soffitti storici (che l’autore ha personalmente studiato e fotografato) di antichi palazzi fasanesi; soffitti (di cui 7 ormai non più esistenti ma testimoniati da altrettanti bozzetti a colori di Beniamino Bianco e risalenti all’epoca a cavallo fra la fine dell’Ottocento e gli inizi del ‘900) a botte, a stella, a padiglione e pieni di interessanti decorazioni. Lacialamella, infatti, nel suo libro, oltre a fotografarli ne racconta la storia (i testi presenti nel volume sono scritti sia in italiano che in inglese).

«L’operazione culturale compiuta dal fasanese Lacialamella è di altissimo valore – ha spiegato l’assessore Scianaro – tanto più che questi soffitti storici inseriti nel libro rappresenteranno un’autentica sorpresa per molti fasanesi e per chi è appassionato di architettura e pittura: i soffitti, infatti, non sono ammirabili da chiunque considerato che appartengono a palazzi di proprietà privata e, dunque, chiusi al pubblico». La mostra è stata strutturata su 27 foto a colori tratte dallo stesso volume e è rimasta aperta ai visitatori fino al 26 ottobre.

Abazia di San Lorenzo, Fasano

Abazia di San Lorenzo, Fasano –foto di Orubino (Pubblico dominio)

I proventi della vendita del libro di Lacialamella sono stati poi destinati alla locale associazione “U’mbracchie” (che si occupa della rivitalizzazione del centro storico fasanese e di cui lo stesso Lacialamella era co-fondatore) che, a sua volta, li ha destinati al Comune di Fasano per consentire il restauro del soffitto del salone dell’antico Palazzo Pezzolla di proprietà comunale.

Ritorna la scamiciata di Fasano

La scamiciata

Il corteo storico  de La scamiciata di Fasano di Brindisi  svolge ogni anno, nel mese di giugno.
L’evento è però preceduto dal pellegrinaggio in costume al santuario, seguito dal momento religioso e dal canto alla Vergine e dallo spettacolo in piazza del Miracolo. Alle 20.30 c’è il rientro del pellegrinaggio per corso Nazionale e lo spettacolo in piazza XX Settembre.

Si svolgono poi i Cortei Storici: a Fasano centro la Festa dei Cortei Storici d’Italia e la Sfilata per le vie della Città. In Piazza Ciaia  la Cerimonia della consegna delle chiavi della Città agli “Scamiciati” e la Lettura del bando, successivamente  l’arrivo in piazza e intronizzazione delle Sacre Immagini dei SS. Patroni. Infine i tarda serata lo spettacolo musicale.

Per qualsiasi informazione riguarso all’ evento, consultate il sito ufficiale www.lascamiciata.it

Mostra dell’Artigianato Fasanese

La Mostra dell’Artigianato Fasanese, con tante novità viene organizzata ogni anno solitamente ad Agosto nel Palazzo dei congressi, a Selva di Fasano, e nel 2016 è giunta alla 46esima edizione.

Locandina Mostra dell'Artigianato Fasanese 2016

Locandina Mostra dell’Artigianato Fasanese 2016

«La crisi politico-amministrativa che ci ha investito ha ristretto notevolmente i tempi organizzativi della kermesse espositiva del nostro artigianato – affermò Manfredi nell’edizione 2010 che, assieme ai consiglieri comunali Carmine Fanizza e Grazia Neglia, è stato delegato dal sindaco a coordinare l’organizzazione della Mostra –; però alcune novità le ho pensate. Intanto, sarà allestito un maxischermo sul quale scorreranno ininterrottamente immagini dei nostri artigiani e dei manufatti che vengono prodotti. Una sorta di excursus storico dell’artigianato made in Fasano dalla fine dell’Ottocento ad oggi. Ho voluto innestare nella tradizionale Mostra un elemento culturale come può essere, per l’appunto, il racconto per immagini di un mestiere antico che ha dato e dà lustro a Fasano, oltre ad essere una delle branche più importanti dell’economia locale. Altre novità – ha ripetuto  Manfredi durante la serata – che mi auguro possano essere realizzate dalla società Dean cui abbiamo affidato il compito, nonostante i tempi ristretti a disposizione, si riferiscono al buffet inaugurale aperto a tutti, nonché alla creazione di un’apposita area business-break in cui i visitatori interessati a stringere qualche contratto con gli artigiani presenti possano essere ricevuti in questo spazio, comodamente seduti e pronti a degustare prodotti tipici locali. Ma non solo. Nell’arco delle tre settimane d’apertura della Mostra, nella stessa area si esibiranno musicisti per allietare la visita del pubblico agli stand. Ovviamente – sottolineò Manfredi – tutti i settori del nostro artigianato saranno presenti nell’expo, dai decoratori di porcellane e vetri a chi produce manufatti in pietra, rame, ferro battuto, legno e stoffa. Inoltre, sarà allestito un apposito corner del gusto con tutti i nostro prodotti tipici dell’agricoltura e da forno».

Il Mercato del contadino

Il “Mercato del contadino”a novembre partirà a Fasano (Brindisi)

All’inaugurazione del mercato, alla quale partecipano ogni anno il sindaco , il vicepresidente regionale , il presidente della Cia di Brindisi e la responsabile della locale sezione Cia.

L’iniziativa ideata e progettata nel 2008 dalla locale Cia ed in particolare dal suo direttore Alberico Ignobile- venne approvata dall’Amministrazione comunale che emise apposita ordinanza per lo svolgimento del mercato da parte degli agricoltori e produttori locali nelle giornate del sabato.

L’area sulla quale si svolse, in quest’edizione, il mercato fu Largo Giardinelli (nei pressi della chiesa della Salette). Furono 12  gli agricoltori soci Cia che aderirono alla iniziativa e che esposero i propri prodotti all’interno del mercato (verdura, ortaggi, funghi, asparagi, agrumi, sottoli, sottaceti, etc.). Prodotti raccolti dalle campagne fasanesi e direttamente venduti al consumatore con la garanzia di qualità, freschezza, genuinità e a costi notevolmente ridotti rispetto a quelli a cui sono soggetti i consumatori finali, sui quali gravano i costi dell’intera filiera produttiva. Insomma dal produttore al consumatore, dalla campagna direttamente alla tavola. Queste le aziende che nel 2010 hanno aderito per prime al progetto della Cia: Cooperativa Copape, Angelo Caramia, Sante Laguardia, Maddalena La Neve, Vita Pugliese, Pasqualino Ruggiero, Giuseppe Schena, Luigi Amati, Giuseppe Scisci, Azienda agricola Parco Principe, Azienda agricola Marzulli e Azienda agricola Mancini.
Clicca qui per scoprire e prenotare i migliori Hotel a Fasano