Visitare il Parco dell’Abbazia di Monteveglio (BO)

Visitare il Parco dell’Abbazia di Monteveglio  (BO)

Visitare il Parco dell’Abbazia di Monteveglio è un’esperienza unica: un paesaggio incantevole che custodisce gelosamente secoli e secoli di storia e tante meraviglie che la natura ha deciso di donare all’uomo. Lo sguardo si perderà tra il verde dei boschi, tra le linee di ordinati vigneti che si sviluppano su dolci pendii e non si staccherà più dagli affascinanti edifici che occupano i punti più alti.

Visitare il Parco dell'Abbazia di Monteveglio

L’Abbazia di Monteveglio (foto Di RobyBS89Opera propria, Pubblico dominio, Collegamento)

Alla scoperta del meraviglioso territorio del Parco dell’Abbazia di Monteveglio

Ci troviamo a pochi passi dall’animato centro della città di Bologna, ma lontani anni luce dal normale caos della cittadina. Il Parco dell’Abbazia di Monteveglio è un luogo dove il silenzio riesce a raccontare una straordinaria storia: gli unici suoni che si riescono a sentire sono quelli della natura, ma a prendere la parola saranno i colori di un territorio che si presenta in armoniose forme.

I più alti rilievi, come il colle dove sorge l’antica Abbazia, proteggono la valle del Rio Ramato: è questo il cuore di tutta l’area protetta. Dall’intenso verde dei boschi si passa alle autunnali tonalità dei vigneti che creano degli affascinanti disegni lungo i più bassi pendii. A questi si aggiungono i colori più freddi delle rocce argillose, che creano un contrasto cromatico a dir poco perfetto, di quelli che solo Madre Natura riesce a creare.

Non è tutto: anche in questi luoghi dal seducente fascino naturale è arrivato l’uomo e con eleganza è riuscito ad impreziosire il territorio. Lo spettacolo è reso ancor più suggestivo proprio dall’antica Abbazia di Santa Maria e dai bellissimi palazzi signorili ubicati in strategici punti.

Quello che appare dinanzi agli occhi del visitatore è un paesaggio agrario armonioso e di rara bellezza. Il parco sorge nella Valle del Samoggia, storica zona di contesa tra Bologna e Modena, che presenta i tipici tratti del territorio dell’Appennino e condizioni ambientali che hanno da sempre favorito molteplici attività agricole

Il Parco dell’Abbazia di Monteveglio alterna vallate a grandi boschi, collegati tra loro proprio dalle zone coltivate. A tratti selvaggio, a tratti più ordinato: è questa la caratteristica principale di questa vasta area, all’interno della quale le numerose testimonianze storiche fanno da dettaglio prezioso per un quadro dagli ammalianti colori.

Parco dell'Abbazia di Monteveglio e Centro di Educazione Ambientale

Bellissimo tramonto sull’Abbazia di Monteveglio. Un paesaggio incantevole. (foto Matteo Castaldo CC BY 2.0)

Itinerari e sentieri nel Parco dell’Abbazia di Monteveglio

Per ammirare al meglio il parco non si può che consigliare di seguire i percorsi tematici studiati per condurre tutti i visitatori nei punti più affascinanti dei colli e della valle. Sono quattro i principali sentieri tra i quali è possibile scegliere e che presentano diversi motivi di interesse.

Tra i percorsi consigliati è quello della “Corte e i prati di San Teodoro” ad attirare un numero impressionante di visitatori, che offre la preziosa possibilità di conoscere i più importanti aspetti dell’antico nucleo rurale di San Teodoro e ammirare il paesaggio dai piedi del colle di Monteveglio. Una piacevole passeggiata per tuffarsi nella tipica campagna bolognese.

Per ripercorrere le linee dell’antica viabilità del territorio sono stati studiati degli itinerari escursionistici, che si possono affrontare anche in bici. Un’ottima idea per trascorrere qualche ora all’aria aperta facendo attività fisica nel silenzio della natura.

Uno degli itinerari più suggestivi è quello che collega il cuore del parco con la Torre del Castello di Monteveglio e l’Abbazia di Santa Maria Assunta. Attraversando prati e percorrendo sentieri adornati di ginestre si giunge nel bosco che colora il colle, per poi imbattersi nella porta di ingresso dello storico complesso del castello e dell’Abbazia di Monteveglio.

Un itinerario che prevede una lunga passeggiata in salita, ma adatto a tutti, anche a chi non è tanto allenato: sono tantissime le stazioni dove sostare per riprendere fiato e concedersi qualche minuto per ammirare quanto di bello c’è tutt’attorno.

Parco dell'Abbazia di Monteveglio

La rilassante campagna bolognese (foto virgivirgi CC BY-NC 2.0)

La ciclovia del Parco dell’Abbazia di Monteveglio

Coloro che amano il trekking possono divertirsi seguendo i più impegnativi e affascinanti sentieri che conducono in ogni zona del parco, mentre chi ama pedalare in tutta tranquillità può concedersi qualche chilometro immerso nella natura.

La ciclovia del Parco dell’Abbazia di Monteveglio parte da Bazzano, costeggia il piccolo paese di Monteveglio e si ferma proprio nei pressi della storica abbazia. Dopo una sosta per ammirare la bellissima chiesa romanica e la sua preziosa cornice naturale, è possibile scendere a valle seguendo il torrente Ghiaia di Serravalle.

Questo descritto è il primo tratto della ciclovia, ma è possibile anche spingersi oltre, salendo nuovamente fino a circa 300m di quota sul pendio che separa la piccola valle del Rio Paraviere e la valle del Rio Marzatore.

È un percorso consigliato a tutti, non solo ai più allenati amanti della mountain-bike, ma anche a chi è solito fare la classica uscita domenicale in bici.

Centro di Educazione Ambientale di Monteveglio

L’educazione ambientale è un tema ricorrente oggi, visti anche i gravi disastri provocati dall’uomo all’ambiente in cui vive.

Non sono pochi i casi di devastazione del territorio e di deturpazione delle bellezze naturali dovuti proprio alla scarsa educazione ambientale. In Italia per fortuna esistono centri che della difesa dell’ambiente e dell’educazione al suo rispetto ne fanno una ragione di vita.

Tra questi Centri di Educazione Ambientale (CEA) di particolare rilevanza è quello situato proprio nel Parco dell’Abbazia di Monteveglio.

Lo scopo principale di questi Centri è quello di sensibilizzare i cittadini sui temi della difesa e della salvaguardia del territorio e dell’ambiente, a cominciare dall’educazione dei piccoli, anche nelle scuole.

Già negli anni Ottanta fu avviato un programma di CEA permanente con le scuole del territorio e che continua a dare i suoi frutti. Nel tempo si è arricchita la proposta educativa e formativa che ogni anno conduce nel parco numerose classi ad indagare, oltre agli aspetti naturali, quelli agronomici, paesaggistici, storici, architettonici e sociali. La grande vitalità del progetto deriva probabilmente dalle straordinarie opportunità educative di questo territorio, ma soprattutto dalla proficua collaborazione fra insegnanti, esperti e alunni.

All’interno del bellissimo Parco dell’Abbazia di Monteveglio sorge il Centro di Educazione Ambientale San Teodoro, che è uno dei 69 CEA presenti sul territorio della regione Emilia Romagna. E’ una struttura accreditata dalla Regione Emilia Romagna.

Oltre a progettare e realizzare percorsi didattici e varie iniziative, il centro si occupa di documentazione e di ricerca, realizza progetti di accoglienza per bambini e ragazzi di diversa età, organizza centri estivi nel parco e incentiva il turismo ambientale.

Collabora inoltre con gli altri CEA della regione, con enti pubblici, musei, associazioni locali e centri sociali per anziani; promuove il territorio, organizza passeggiate, eventi e serate a tema, favorisce incontri con la cittadinanza, affinché il cittadino sia informato su varie tematiche, anche legate alle fonti di energia rinnovabili e alternative, nel rispetto rigoroso della natura.

Per prenotare qualsiasi visita guidata per le scuole o programmare diversi incontri si rimanda al sito ufficiale del parco.

Come raggiungere il Parco dell’Abbazia di Monteveglio

Il parco sorge a pochissimi chilometri dalla città di Bologna, con la quale è collegata attraverso la strada provinciale 569 Bazzanese. Venendo proprio da Bologna, subito dopo Crespellano, si trova l’indicazione per raggiungere Monteveglio.

Da Modena è possibile raggiungere facilmente il Parco dell’Abbazia di Monteveglio percorrendo la strada provinciale Vignolese per poi deviare per Bazzano.

Dal paese di Monteveglio si raggiunge facilmente il cuore naturale del parco percorrendo Via Abbazia, che conduce fino ai piedi del colle.

Per maggiori informazioni si rimanda sempre al sito ufficiale.

Dettagli Mariano Cheli

..."sentirsi liberi attraverso le parole"... Studente in giurisprudenza amante della scrittura. Adoro giocare con le parole e amo informarmi e scrivere in merito a svariati argomenti. Inoltre, amo il mio Paese e giorno dopo giorno cerco di conoscerlo sempre più a fondo e, attraverso la scrittura e il web, presentarlo a quante più persone possibili, sotto molteplici sfaccettature.