Comune di Castelfranci, provincia di Avellino

Castelfranci è uno dei tanti comuni arroccati sulle colline che si susseguono lungo le sponde del Fiume Calore che scorre appunto ai suoi piedi. Ha una superficie di 11 Kmq. con una popolazione di 2.820 abitanti. L’altimetria di collina è di m. 342 minima e 680 massima s.l.m. Il clima è come quello degli altri comuni dell’entroterra campano, freddo secco nel periodo invernale e mite nel periodo estivo.
Le prime notizie storiche si hanno intorno all’anno 780 d.C. durante la lotta tra i Ducati di Benevento e Salerno del quale questa «Terra» faceva parte.
Non rimangono allo stato attuale molti segni del suo passato, distrutti dall’incuria o dalla mano dell’uomo. Oggi esistono due vecchi mulini di costruzione marchesale a suo tempo alimentati da acqua corrente,la Chiesa parrocchiale e la Cappella della Visitazione in Piazza Municipio, gravemente danneggiate dal sisma del 1980.
L’attività prevalente della popolazione è l’ agricoltura, con una buona produzione di olio, cercali e dell’ottimo vino Aglianico D.O.C, che
allieta le buone tavole.
Il Comune è ben collegato con la provincia e con il resto della Penisola, per mezzo di pullman e dalla ferrovia Avellino-Rocchetta a
pochi metri dal centro abitato.
Gli itinerari turistici della zona sono di fama nazionale: l’Altopiano di Verteglia nel Comune di Montella; il «Lacene» nel Comune di
Bagnoli Irpino; il Santuario del SS. Salvatore e quello di Montevergine.
Ottime ed accoglienti le trattorie con succulenti piatti locati.