Cancellara, piccolo borgo antico della Basilicata

Cancellara, piccolo borgo antico della Basilicata


 

In Basilicata il piccolo borgo di Cancellara, che sorge alle pendici di un colle, fu fortificato nel periodo normanno-svevo, e passò di feudatario in feudatario sino al 1775, quando divenne proprietà di Benedetto Candida.

Nel 1799, in seguito alla rivoluzione partenopea, durante la quale ci furono scontri violenti, i cittadini riuscirono ad ottenere l’indipendenza e ad innalzare al centro del paese l’albero della libertà.

Il castello, situato in posizione dominante l’abitato, conserva ancora la caratteristica struttura feudale.

Alle spalle del castello è possibile ammirare la cappella di Sant’Antonio, nel cui interno è conservato un ciclo di affreschi del XVI sec.

Degna di nota è anche la chiesa madre di Santa Maria del Carmine, costruita nel XVI sec., con facciata interamente rifatta, la cui caratteristica principale è il particolare campanile a cuspide. Della chiesa del convento di San Francesco, si può ammirare un imponente portale del 700.

Non lontano dal paese si trova la “Necropoli di Serra del Carpine” con tombe risalenti al V sec. a. C.

I corredi funerari recuperati sono attualmente custoditi nel Museo di Potenza.

Anche a Cancellara esiste una ricetta tipica: le crustole.

Gli ingredienti: Farina, Cannella, Sale, Zucchero, Lievito, Olio e acqua Procedimento: Impastare la farina con il lievito, il sale e aggiungere un po’ alla volta dell’acqua. Lavorare il tutto finché l’impasto non si è amalgamato. Fare poi riposare per almeno due ore. Quindi riscaldare l’olio e iniziare a friggere la pasta delle frittelle dandole la forma desiderata. Per qualche minuto girare le crustole in continuazione. Mettere, infine, a bollire acqua, zucchero e cannella, immergervi velocemente le frittelle e toglierle subito dopo.

Foto in Evidenza: Castello di Cancellara. Autore: Marilisa biscione– Marilisa Biscione, CC BY-SA 4.0