“Graffiare i muri”, spettacolo a Lecce

Dopo lo spettacolo Brat (Fratello) in programma per il 29 agosto nello splendido scenario dell’anfiteatro romano di piazza Sant’Oronzo i Cantieri Koreja danno appuntamento a tutti gli amanti del teatro alle 22.30 di lunedì 30 agosto, con ingresso libero, presso il cortile dell’Accademia di belle arti, per la presentazione dell’ultimo lavoro di Mauro Marino. Raccontare una storia ascoltando storie. Prima c’era una masseria nelle campagne di Aradeo, gli anni Ottanta e tanta voglia di trovare “voce”. Operare a Sud, la scelta, dove gli occhi s’erano allenati al desiderio,
dentro un margine, un confine che “paradossalmente” non aveva Teatro nonostante le “visioni” della tradizione popolare, i modi della festa, le fantasie narrate dalla pietra. Un immaginario che per un lungo periodo non ha avuto scena, riflessione, scrittura drammaturgica. Sentirsi nomadi è essenza d’ogni cercare, d’ogni desiderio di crescere, di confermare nelle pratiche il tentativo. Adulti non si è mai! Si cambia sguardo, la mira sposta gli orizzonti, si cambia casa e, un’altra avventura accoglie. Così è stato per Koreja in un altro margine, la periferia della città barocca. L’idealità del luogo, presagirla, inventarla, costruirla in una vecchia fabbrica di mattoni! Sfida e dono ad una città non sempre disposta ad accogliere! Qui, un racconto corale ne ricostruisce il percorso.