Il Santuario di Nostra Signora di Montallegro

Il santuario di Nostra Signora Di Montallegro fu eretto nel 1558 nel sestiere di Borzoli, a circa seicento metri sul livello del mare e a perpendicolo sulla città di Rapallo a seguito di una apparizione della Madonna.
Ecco cosa accadde. Il giorno 2 luglio 1557 il contadino Giovanni Chichizola stava rientrando da Genova, ove una volta la settimana si recava a vendere i prodotti della sua terra. Giunto quasi a casa, cioè al borgo di San Giacomo di Carnevale in valle Fontanabuona, dietro il crinale del Montallegro, nel passare vicino a una fonte perenne gli apparve una candida visione che gli additò una bellissima icona, adagiata presso l’acqua zampillante. L’icona rappresentava la «dormitio Virginia», ed era stata evidentemente lasciata là dalla Vergine Maria a suo ricordo.
Chichizola prese l’icona e corse a Rapallo per farla vedere alle autorità civili ed ecclesiastiche, raccontando anche la visione avuta. Racconta la leggenda che l’icona, trattenuta a Rapallo, scomparve per riapparire sul Montallegro allo scopo di indicare il luogo ove la Santa Vergine desiderava fosse costruita una chiesa. Il Vescovo di Falceta provvide già nell’anno successivo a costruire l’edificio originario. Nel corso dei secoli questo venne poi restaurato, ampliato e dotato di edifici laterali. Nell’Ottocento venne affrescato il catino dell’abside da Nicolo Barbino, e rifatta la facciata in stile neogotico lombardo su progetto dell’architetto Luigi Rovelli. Nel 1957 il Santuario venne completato con i grandiosi portali in bronzo.
L’immagine venerata è una tavola greco-bizantina, su cui sono raffigurati l’Assunzione in ciclo di Maria Vergine Dormiente alla presenza della Santa Trinità, che ne accoglie l’anima. Oggi è incastonata in una bella cornice d’argento datata 1743 e collocata sopra l’altare maggiore del Santuario.
L’interno della chiesa è a unica navata con cappelle laterali, in cui sono conservate molte opere d’arte.
La stagione estiva è la migliore per vivere la Liguria e scoprire le sue bellezze, ma anche la sua spiritualità. Ecco perchè il santuario di Montallegro ospita in questo periodo un gran numero di pellegrini, che amano, oltre al mare e alla natura, anche la preghiera e la contemplazione.

Tour consigliati