l’Emilia e il West unite dal MAMbo

bologna.jpgpaolo-simonazzi-foto.jpgAncora una volta il MAMbo offre ai visitatori una mostra entusiasmante e di esclusivo interesse. Si tratta del progetto fotografico di Paolo Simonazzi Tra la Via Emilia e il West, a cura di Angela Madesani che prosegue il programma espositivo di Villa delle Rose.

Bologna è infatti la città del Jazz, anzi del Festival del Jazz, degli sport americani per eccellenza come il Basket, il Baseball, il Foot-ball; l’Emilia è stata ed è tuttora terreno fertile per il Rock e per le sue tante Band, per i menestrelli che ispirati da Bob Dylan hanno poi trovato una loro via originale, per il cinema statunitense che qui ha avuto un pubblico attento e molti tentativi di parziale emulazione.
L’elenco potrebbe dilungarsi ulteriormente pensando anche alla presenza, tutta bolognese, dell’università americana fin dal dopoguerra, alle innumerevoli vedute di campi coltivati che si possono ammirare percorrendo la prateria padana fino alla riviera, passando per la gran linea della provincia ferrarese.

Quello di Simonazzi è un lavoro ricco di colori e di suggestioni, che guarda ai grandi maestri della fotografia internazionale attraverso le icone del mito Americano in Emilia. Un’indagine che analizza l’apparente contraddizione che vede in questa regione d’Italia un luogo di celebrazione degli Stati Uniti a partire proprio da un’emulazione, talvolta ironica, del codice linguistico.
Il poliedrico Paolo Simonazzi, già autore di diversi libri di cui ricordiamo quello dedicato al Circo Bidone, è riuscito a realizzare, nel corso degli anni, un lavoro di grande qualità visiva e fotografica, in cui la cultura dello sguardo si fonde con quella del quotidiano, della musica e della letteratura.
Si tratta di segni reali e fantastici, sogni perduti e ritrovati, personaggi stravaganti e malinconici alla perenne ricerca di una terra promessa che forse esiste solo nei paradossi delle nostre contraddittorie illusioni.

Le immagini del progetto esposto a Villa delle Rose sono parte di un cammino che, partendo dalla riviera adriatica, arriva fino alla bassa, dove il mito americano è riuscito nel tempo a connotare iconograficamente persino il paesaggio. La mostra sarà corredata da un volume edito dalla Baldini Castoldi Dalai Editore e curato da Angela Madesani, al suo interno saranno presenti i contributi del Presidente della Giunta Regionale dell’Emilia Romagna Vasco Errani, di Romano Giuffrida, Zucchero Fornaciari, Edmondo Berselli, Daniele Benati.

Paolo Simonazzi è nato a Reggio Emilia nel 1961, laureato in Medicina esercita la professione di fisiatra e medico sportivo nella sua città. Dal 1990 si dedica alla fotografia. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero, ha pubblicato alcuni volumi fotografici e sue immagini sono conservate nelle collezioni di importanti istituzioni e musei italiane e straniere.

La mostra sarà inaugurata giovedì 22 novembre alle ore 18 a villa Delle Rose in via Saragozza 228 a Bologna.