In Puglia si vola in bici



aeroporto brindisiLa Puglia diventerà probabilmente la prima regione italiana, a sud della Toscana, a collegare i propri aeroporti ai rispettivi centri urbani con percorsi ciclabili adeguati e segnalati, e a dotarsi di infrastrutture e servizi utili al potenziamento dell’attrattività cicloturistica. Anche se al momento si è ancora nella fase di realizzazione degli studi di fattibilità dei progetti da inserire nelle prossime programmazioni comunali e regionali, è forte la volontà di centrare questo ulteriore traguardo.
Il progetto “Ali in Bici”, ideato dall’associazione tra professionisti Tecnomobility di Bari, vincitore del bando regionale “Principi Attivi” dell’Assessorato regionale alla Trasparenza, ha trovato due immediati e naturali sostenitori: Aeroporti di Puglia e l’Assessorato regionale ai Trasporti. I giovani ingegneri ideatori dell’iniziativa si sono ispirati ai risultati del progetto regionale “Cyronmed – Cycle Route Network of thè Mediterranean” – dell’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia che, oltre a individuare gli itinerari principali della rete ciclabile regionale, ha evidenziato la necessità che i percorsi ciclabili siano interconnessi con stazioni, porti e aeroporti.
I percorsi ciclabili potranno rappresentare un’importante infrastruttura anche a beneficio dei nuovi complessi che stanno sorgendo nelle vicinanze delle aree aeroportuali, come alternativa all’utilizzo del mezzo privato nei tragitti brevi, o anche più semplicemente di chi in aeroporto ci va per lavoro.
Per la stima della domanda cicloturistica e per connotare statisticamente la ciclabilità in Puglia, l’associazione Tecnomobility ha redatto un questionario che nei fine settimana viene somministrato ai passeggeri dell’aeroporto di Bari dove, nella zona partenze, è anche visibile una mappa con le diverse ipotesi di percorsi ciclabili. A seguito di un’indagine svolta da Tecnomobility sullo stato dell’arte delle connessioni ciclabili fra gli aeroporti italiani e i relativi centri urbani, è emerso che, da Firenze in giù, gli aeroporti di Bari e Brindisi sono gli unici ad aver aderito alla pianificazione di connessioni ciclabili del territorio di pertinenza. Un esempio di “best pratices” nell’intero panorama nazionale.