Fabbri, la pubblicità e l’arte

mondino.jpg

Chiude il 25 novembre la mostra “Un secolo ed oltre” organizzata dall’azienda Fabbri, azienda che già dagli anni della sua fondazione s’è distinta per la capacità comunicativa del suo marchio. Gennaro Fabbri, il fondatore, nei primi anni del `900 commissionò ad alcuni dei ceramisti migliori la creazione del vaso per contenere le amarene. Gatti di Faenza realizzò quello che oggi è simbolo dell’azienda, il vaso decorato in bianco e blu.

Commercio e produzione artigiana e artistica, un legame che è sempre esistito sin dagli albori dell’arte commissionata, ma che con la comunicazione pubblicitaria è diventata un binomio inscindibile.

Sebbene l’anima artistica sembra compromettersi e perdersi nello snaturamento della committenza, anche la pubblicità è creatività, e soprattutto quella di una volta può essere vista con l’occhio distaccato e il giudizio critico del tempo che ne vede la forma, le caratteristiche innovative, il linguaggio, la fantasia. Dunque è da vedere la mostra Fabbri come mostra artistica in tutti i sensi. dell’azienda.

Il legame tra Fabbri e l’arte è palese negli anni del Carosello, quando l’azienda commissiona “Un pittore alla settimana”, una serie di filmati pubblicitari nei quali vengono ripresi artisti emergenti nell’atto di fare le proprie opere.Tra gli artisti anche un giovane Guttuso che lascerà alla Fabbri un importante dipinto.

chiusura 25 novembre 2007

Fondazione del Monte – Via delle Donzelle 2, Bologna

Orari: dal lunedì alla domenica, 10.00 – 19.00, ingresso libero

Tour consigliati