Rocca di Senigallia (AN): Mostra delle colonie razionaliste marchigiane



rocca senigalliaIn occasione della XII Settimana della Cultura promnossa dal Mibac ( Ministero Beni e Attività Culturali) presso la Rocca Roveresca di Senigallia è stata allestita a cura della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici delle Marche la Mostra sulle Colonie razionaliste marchigiane. L’esposizione, curata dall’arch. Massimo Bottini, illustra i risultati dell’opera di ricognizione e di censimento avviata dalla Soprintendenza su un patrimonio architettonico regionale di grande valenza storica. L’iniziativa si pone, nell’ambito del Progetto “I giovani e i luoghi dell’istruzione, dello svago e delle sport nella cultura degli anni Trenta in Italia”, a corollario della mostra itinerante già promossa in diverse regioni da Italia Nostra e dall’Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale. Le Colonie marine, questi giganti di cemento costruiti negli anni Trenta del secolo scorso per garantire ai figli dei lavoratori la possibilità di prevenire e curare le malattie dell’apparato respiratorio diffuse a quel tempo in una nuova ottica che valorizzava il culto del corpo e la salubrità dei luoghi, funzionali all’interno, ben esposti e circondati dal verde esternamente, rappresentano ancora oggi, nonostante la grandiosità, un connubio perfetto fra Architettura e Paesaggio. Le colonie marine, numeroose soprattutto nel centro e sud Italia, sono quindi un luogo ormai dedicato al benessere fisico e anche al riposo, spesso sono abitate anche da persone adulte ed anziani. La mostra di Senigallia aiuta dunque a conoscere più da vicino queste realtà e con loro anche un pezzo della nostra storia recente.
La mostra è visitabile dal 16 al 25 aprile nelle seguenti ore: 8,30-19,30 di tutti i giorni. La Rocca Roveresca si trova in Piazza del Duca, 2.