Annata 2007: 15 milioni di bottiglie di novello

vino.bmp

Passato il mese della vendemmia, alla vigilia di San Martino, ci domandiamo com’è andata quest’anno la produzione di vino novello.

Si registrerebbe, secondo le fonti della Confederazione Italiana Agricoltori, un calo di oltre il 10%, a causa delle avversità atmosferiche che hanno danneggiato i grappoli.La’nnata seppur scarsa rispetto al 2006 è però di buona qualità.

Le bottiglie in commercio fino a maggio saranno intorno ai 15 milioni per un volume di affari intorno agli 80 milioni di euro. Tra i vitigni che andranno “bene” quest’anno ci sono il Merlot, il Sangiovese, il Cabernet e il Montepulciano.

Tra le regioni produttrici spicca il Veneto, che metterà in circolo 5 milioni di bottiglie, rappresentando circa il 30% di tutto il novello italiano.

I prezzi? Qualche aumento, con etichette che vanno dai tre ai sette euro a bottiglia.

Per chi volesse farsi una piccola cultura sul novello ricordiamo che esiste una legge ad hoc che stabilisce le regole di produzione, il primo giorno di vendita, cioè il 6 novembre, la limitazione produttiva ai soli vini con una origine geografica Doc o Igt.

Tour consigliati