Falò di Natale a Nemoli



NemoliIl Falò di Natale è una delle usanze tipiche più caratteristiche della vigilia, un rito che deriva le proprie origini dalle antiche tradizioni pagane successivamente fatte proprie ed acquisite dalla religione cristiana. Dal 24 dicembre 2009 al 6 gennaio 2010 nella cittadina potentina di Nemoli viene allestito presso la piazza del paese un grande fuoco natalizio, che verrà mantenuto ed alimentato dalla vigilia sino all’Epifania.

Si tratta di un evento simbolico ricco di significato, vuole infatti la tradizione che la pira venga accesa per riscaldare Gesù Bambino durante la gelida notte di Natale, costituendo al contempo un punto di aggregazione per tutto il paese. Il fuoco diventa quindi un riferimento ed un trait d’union che accomuna gli abitanti della citatdina creando un ambiente familiare, un’atmosfera per molti versi simile a quella che anticamente si ricreava durante le riunioni di fronte al caminetto. Intervengono alla festa gli zampognari, figure tipiche della tradizione natalizia, che con il suono delle ciaramelle allieteranno le freddi notti invernali ricreando un’atmosfera davvero magica.

Le fiamme, che simboleggiano anche la festa, verranno mantenute vive sino all’Epifania, giorno in cui il falò si estinguerà, simboleggiando, con il suo lento spegnersi, il termine della festa. Ciò che rimane è un enorme cumulo di braci ancora calde, il ricordo di un momento che, pure essendo ancora recente, appartiene ormai al passato.