Ramacciotti, la mostra in Toscana

Ramacciotti

Si inaugura sabato 26 Settembre presso gli spazi espositivi della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea CentroArteModerna di Pisa, a cura di Massimiliano Sbrana, sul Lungarno Mediceo al n.26, e si concluderà il 7 ottobre, la mostra personale del pittore viareggino LISANDRO RAMACCIOTTI.

Lisandro Ramacciotti, viareggino di nascita (1950) ma non di ispirazione artistica, segue nelle sue opere una narrazione più intimistica, in cui cresce una galleria di personaggi affettuosamente guardati nelle viscere culturali, collocati in atmosfere irreali.

Malinconia e conflittualità emergono dall’eleganza delle figure di Ramacciotti , nella gestualità e negli sguardi delle sue donne così rassegnate nella loro immobile solitudine . Figure queste che ricordano la maschera veneziana che ogni disuguaglianza appiana ma che allo stesso tempo vuole celare la vera identità

Come ha scritto recentemente Claudio Bertolini sul recente catalogo presentato in occasione della mostra parigina di Ramacciotti “Lisandro ha cominciato a dipinger nel 1980 donne. non è un caso e non vuol essere nemmeno un’affermazione scontata: quella collezione cangiante di figure femminili rappresenta in realtà una sola, la Donna; creatura di un altro regno che è cresciuta man mano negli anfratti del suo animo d’artista. La sua Laura? La sua Beatrice? Forse! ma è proprio qui , forse che si cela un mistero chiuso e impenetrabile nel suo sancta sanctorum. L’infinito che incontra e si conniuga con il finito in una cangiante danza di colori. Nelle pittura di Lisandro non cercate i segni eveidenti del fluire del tempo perchè non ci sono. Le sue tele e i suoi cartoni son come i fotogrammi di un film con la macchina da presa rivolta all’interno verso il corpo delle ragazze, punta sul cuore di loro.

Tour consigliati