Passeggiate “guidate” in Liguria: la Val Prino

val prinoUna passeggiata tra passato e presente negli uliveti e i borghi dell’antica Contea di Pietralata. E’ quello che propone la Comunità Montana dell’Ulivo e Alta Valle Arroscia, in provincia di Imperia, da sempre impegnata nel recupero e nella valorizzazione dei beni culturali ed ambientali presenti sul proprio territorio.
L’appuntamento in programma per domenica 13 settembre è con la “Libertà di Esprimersi“. Con la guida di esperti si andrà alla scoperta di una delle più suggestive valli dell’immediato entroterra imperiese: dopo le escursioni dei mesi scorsi, sempre organizzati dalla stessa Comunità Montana, tra gli incantevoli borghi adagiati lungo le sponde dell’Impero e l’arte dei paesi del comprensorio dell’Arroscia, ecco ora gli uliveti e la macchia mediterranea della Val Prino [nella foto], protetta alle spalle dal massiccio del Faudo ma aperta sul mare, con i suoi antichi e pittoreschi borghi. La prima sosta della mattinata sarà a Piani d’Imperia, con la Parrocchiale dell’Assunta e il suo ciclo di affreschi Quattrocenteschi firmato da Matteo Biazaci di Busca; risalendo il Prino si raggiungerà poi Dolcedo, con l’antica loggia comunale, il ponte cosiddetto “dei Cavalieri di Malta”, la Parrocchiale barocca di San Tommaso e l’Oratorio di S. Lorenzo, Molini di Prelà, che nella Chiesa di S. Giovanni del Groppo conserva significative tracce del passaggio degli scalpellini di Genova, e Valloria, ormai famosa per le sue porte dipinte.
Dopo il pranzo, a base di specialità tipiche della cucina di questo entroterra ligure ancora a metà fra mare e collina, la giornata si concluderà a Fantasma e Vasia, che domina il paesaggio con il campanile più alto dell’intera valle (49 metri).
Per beneficiare del supporto della guida occorre prenotarsi e pagare un biglietto. Per informazioni chiamare il C.T.E. Alpi Liguri al 018338489.
La giornata è gratuita per bambini fino a 10 anni d’età.

Tour consigliati