La Sagra dell’Alalunga

Sagra

È prevista per domenica 5 Luglio la 2° Sagra dell’Alalunga. L’evento quest’anno avrà lo speciale e privilegiato titolo di “Festa del Mediterraneo” che annuncia una novità sostanziale sulla programmazione dell’iniziativa e dà un ruolo di primo piano alla città ospitante di Bagnara. Molte sono le sezioni dedicate alla città e alle sue tradizioni tra cui spiccano le pagine descrittive dedicate alla conoscenza del tradizionale pesce, le ricette più sfiziose e tipiche per piatti a base di Alalunga, le più belle e caratteristiche immagini di una Bagnara che detiene tutte le bellezze e risorse naturali per competere con le località turistiche mediterranee, anche di altre nazioni.

L’Alalunga è un pesce pelagico tipico dei nostri mari e della stessa famiglia del tonno. Il nome deriva dalle lunghe pinne pettorali falciformi che arrivano fin dietro la seconda pinna dorsale. Effettua grandi migrazioni in rapporto alla riproduzione e durante l’estate si avvicina alla piattaforma continentale. La carne dell’Alalunga è bianca e per questo motivo viene anche chiamata tonno bianco. Per la bontà delle sue carni è oggetto di una intensa attività di pesca. Viene venduta fresca, intera o a tranci. Il miglior modo per gustarla è cucinarla ai ferri o in polpette. A differenza del tonno, questo pesce è più magro ed è molto più gustoso.

La Sagra dell’Alalunga si pone come appuntamento ideale per valorizzare e riscoprire questo pesce azzurro e promuovere il territorio bagnarese e le sue tradizioni popolari.