Arti e sapori della Rovere a San Bartolomeo al Mare

Arti e sapori della Rovere a San Bartolomeo al Mare


La fiera della Candelora si svolge tradizionalmente il 2 e 3 febbraio presso il Santuario della Madonna della Rovere di San Bartolomeo al Mare. L’evento, le cui origini risalgono al XVII secolo, costituisce un momento di notevole importanza economica, sociale e religiosa, fortemente legato alla tradizione commerciale dell’intera vallata e rappresenta uno degli appuntamenti etnografici più caratteristici dell’intero Ponente Ligure.

La storia

La fiera, dal punto di vista economico, segnava in passato un passaggio tradizionale nell’ambito delle occupazioni agricole: è da poco terminata la stagione olivicola, si ha una chiara situazione della annata e si impostano i lavori per la primavera: acquisto di alberi da frutto, di concime, di animali da lavoro e si stipulano contratti di esportazione d’olio.

Tant’è che una delle figure maggiormente presenti ed emblematiche alla fiera era proprio quella del notaio, incaricato della stipula dei nuovi contratti. A livello sociale una fiera così grande ed importante rappresenta un imperdibile appuntamento poichè in passato creava occasioni di affari di diversa natura e di incontro fra la gente della costa e quella dell’entroterra, tra gli abitanti del Ponente Ligure e i pastori, agricoltori e ricchi commercianti del basso Piemonte e del savonese.

Dal punto religioso costituisce un sentito momento devozionale, in riferimento al Santuario della Madonna della Rovere situato nei pressi della fiera. Il giubilare Santuario è un luogo di culto ed anticamente di pellegrinaggio da tutta la Liguria ed il basso Piemonte; affonda le proprie origini su una necropoli di età romana sopra la quale è stato costruito. La solenne celebrazione religiosa del 2 febbraio ha poi un’indiscutibile risvolto ancestrale per la sua funzione di purificazione, fra le festività invernali -inframmezzate dal Carnevale – prima della lunga Quaresima.

La festa oggi

San Bartolomeo al Mare – Veduta

San Bartolomeo al Mare – Veduta – foto di Stijnsation (CC BY-SA 3.0)

Attualmente la Fiera della Rovere ospita circa 250 bancarelle, dislocate in diverse vie cittadine, rappresentanti i settori merceologici più vari: dalle piante e sementi ai prodotti alimentari tipici; dagli articoli di ferramenta più disparati alle attrezzature per orti e giardini; dall’abbigliamento alla biancheria per la casa, agli articoli di artigianato ed in rame. Non mancano le tradizionali leccornie “fieristiche” da passeggio quali dolciumi, salumi e formaggi, vin brulè, frutta secca.

Vetrina unica in Liguria per ampiezza ed originalità degli espositori, Arti & Sapori, è dedicata ai presidi nazionali e internazionali tutelati dall’associazione Slow Food.

Arti e Sapori della Rovere, che si svolge in Piazza Magnolie, è un momento di incontro per valorizzare e confrontare le culture eno-gastronomiche delle diverse regioni: le materie prime e le produzioni artigianali più significative della penisola nel grande mercato-degustazione, in cui uno spazio privilegiato spetta ai prodotti liguri: olio e vini in primis, ma anche formaggi d’alpeggio, essenze di lavanda, canestrelli e pane biscottato, focaccia, acciughe, conserve, sott’olio. San Bartolomeo al Mare è entrata a far parte delle Città del Cioccolato.

Clicca qui per scoprire e prenotare i migliori Hotel a San Bartolomeo al Mare