Torneo della Ruzzola del formaggio a Pontelandolfo (Benevento)

Il carnevale 2009, dal 17 gennaio al 1° febbraio, sarà memorabile a Pontelandolfo, in provincia di Benevento.

Infatti due grandi feste popolari, il carnevale e il torneo della Ruzzola del Formaggio, si troveranno a coincidere e convivere nei prossimi giorni tra le strade del paese.

Il torneo della Ruzzola, prove di abilità e forza nel lanciare una forma di formaggio lungo le strade, sembra avere origini antichissime, e le ipotesi sono molteplici: alcuni fanno risalire le origini di questa tradizione al 1300, quando in queste zone s’insediarono, fuggendo a delle pestilenze, intere popolazioni provenienti dalla Ciociaria al seguito di monaci benedettini.


Altri vogliono che la ruzzola sia un ricordo della festa romana dedicata ad Ercole (qui vi fu il Pagus Herculaneum). Altri ancora raccontano la leggenda locale di un barone e del suo bracciante, Pasquale: per dirimere una controversia legata ad una scommessa, iniziarono il gioco… ma grazie all’abilità dei contendenti la partita non è mai finita.

Qualcuno giura ancora oggi di vedere il barone e Pasquale sfidarsi a Ruzzola nelle notti di Carnevale.

Ma in cosa consiste il torneo?

Il gioco consiste nel lancio di una forma di cacio (le forme utilizzate sono circa 50) con uno spago – zagaglia – arrotolato tanto da girarvi tre volte intorno; vince chi arriva al traguardo con un numero minore di lanci.

La posta in palio è il formaggio stesso.

La tradizione, anche se antichissima, si è ripresa nel 1861 e mai più abbandonata. I pontelandolfesi da allora a carnevale continuano a lanciare la pezza di formaggio.

All’ombra della torre medioevale e lungo il viale principale del paese, si sfidano in lunghe gare: si lanciano e si rincorrono forme di formaggio, dal primo pomeriggio fino al calar del sole.

La partita si articola in due manches: andata e ritorno.