Un inverno in Toscana tutto da scoprire



Gennaio, si sa, è il cuore dell’inverno… Nell’immaginario collettivo vengono in mente il freddo gelido, le giornate in cui fa presto buio, cappotti e vestiti pesanti, e allo stesso tempo il calore dei caminetti accesi e la voglia di starsene a casa comodamente al riparo dalle intemperie.

Eppure l’inverno non va visto solo così: tutto sommato è il cuore dell’anno lavorativo, e sono davvero tanti gli stimoli che al giorno d’oggi ci vengono quotidianamente presentati.

Una regione italiana che forse non ha uguali quanto a “vivacità” è la Toscana, forse anche perché si tratta di una terra dal forte background storico, religioso e artistico-culturale.

Non va dimenticato però l’aspetto legato al fascino incontaminato della campagna, che si caratterizza con colori e sensazioni uniche in ognuna delle quattro stagioni: vanno per la maggiore, e di anno in anno sempre più, i momenti di relax che può regalare un weekend da passare in un agriturismo in Toscana.

Anche e soprattutto in inverno la fuga dallo stress lavorativo è particolarmente invitante quando ad attenderci c’è il benessere di un ameno casale immerso nella natura (magari riscaldato dai vapori di terme e piscine).

La Toscana del turista tra gennaio e febbraio è una autentica valanga di proposte per tutti i gusti.

Ad esempio le cinque domeniche che precedono il martedì grasso sono festeggiati gli Uffizi di Carnevale a San Giovanni Valdarno (Arezzo): rievocazione ispirata all’antica usanza di raccogliere offerte per i poveri e che prevede sfilata in costume con tanto di sbandieratori e banda musicale per le vie del centro storico e naturalmente pranzo con menù tipico della gastronomia locale.

Firenze, il capoluogo, anche senza iniziative, solo per quanto è bella meriterebbe di essere visitata (discorso peraltro valido per quasi tutte le città toscane!): gli appuntamenti sono invece un’infinità, e ne segnaliamo alcuni , come la bella mostra sui Macchiaioli : al Museo Alinari tra fotografie e dipinti circa 200 opere per raccontare al meglio una delle correnti pittoriche più importanti dell’Ottocento.

Sono invece 15 arazzi monumentali il fulcro d’interesse di una retrospettiva tutta dedicata a due grandi regine della storia , appartenute alla stessa famiglia, Caterina e Maria de Medici. Due donne, due figure mitiche che tornano protagoniste in allestimento imponente a Palazzo Strozzi fino al 9 febbraio. Arazzi d’autore, e che nomi poi, sono esposti a Palazzo Pitti fino all’8 febbraio: qualche nome? Piazzo, Matisse, Mirò e Le Corbusier.

A proposito di arte, è invece il misterioso e affascinante legame tra creatività e follia a fare da filo conduttore di un’esposizione da segnalare a Siena: “Arte, Genio e Follia. Il giorno e la notte dell’artista.”: da un’idea di Vittorio Sgarbi un evento da non perdere, con oltre 300 opere di Van Gogh, Guttuso, Munch e Ligabue, per citarne solo alcuni. Va detto che all’iniziativa hanno collaborato anche alcuni centri psichiatrici e musei scientifici italiani. Al Complesso Museale di Santa Maria della Scala dal 31 gennaio.

Tanto il successo di pubblico e il più che positivo riscontro tra gli addetti ai lavori ,che è stata prolungata fino al 15 febbraio la mostra sui capolavori etruschi in esposizione a Cortona. Assolutamente da vedere la selezione di opere provenienti nientedimeno che dal prestigioso museo russo dell’Ermitage di San Pietroburgo.

A Lucca invece , presso la Fondazione Raggianti c’è tempo fino al 31 gennaio per “Faces”: per la prima volta in Italia una mostra sui ritratti nella fotografia del XX secolo 140 opere per 17 artisti, da Edward Steichen a Andy Warhol, per un viaggio nel mondo dell’obiettivo tra scatti memorabili e di grande impatto visivo.

Toscana è anche terra di musica. Sono davvero tanti i concerti che in questo periodo sono previsti nel cartellone di teatri e auditorium. L’evento clou rimane l’esibizione live degli Oasis, la band britannica per eccellenza degli ultimi quindici anni, che col loro tour faranno tappa al Nelson Mandela Forum di Firenze il prossimo 24 febbraio. I palati più fini invece già fremono per un altro appuntamento da non mancare: da sabato 21 febbraio al 1 marzo quinta edizione di “Lucca Jazz Donna”: la città toscana dedica la bella rassegna incentrata sul jazz al femminile quest’anno alla grande figura di Billie Holiday, a 50 anni dalla sua scomparsa.

Se a tutto questo aggiungiamo le mille iniziative a sfondo culinario ( e in Toscana, si sa, i piaceri della tavola godono di imperitura fama) e i grandi preparativi per l’imminente Carnevale, altro fiore all’occhiello della regione (c’è bisogno di citare Viareggio?) beh… allora? Avete ancora voglia di rimanere a casa? Immagino di no! ma se la pigrizia e la voglia di relax ha comunque la meglio, un soggiorno in un agriturismo in Toscana è quello che fa al caso vostro!

Tra la pace della natura e le infinite proposte culturali e non.. Toscana in inverno, una stagione tutta da vivere!!!



Dettagli alex.petruzzelli

Alex Petruzzelli e' un blogger ed un articolista freelance. Collabora con molte testate online e scrive unicamente delle sue due passioni: i giochi online e i viaggi.