Parte l’Alta Velocità, comfort e sicurezza le priorità



Ci siamo. Mancano ormai poche ore all’apertura della nuova linea Alta Velocità/Alta Capacità che collegherà Bologna a Milano in poco più di un’ora. Intanto non si fermano i lavori per consentire il servizio dei treni veloci nella futura stazione sotterranea di Bologna, che sarà attiva da dicembre 2011. La linea AV/AC attraversa il nodo bolognese per quasi 18 chilometri, di cui circa 10 in galleria. Al suo interno sono previste anche due interconnessioni, rispettivamente con la linea per Venezia e con quella per Verona. Nel dicembre dello scorso anno era stato già attivato il tratto fra Lavino, sulla linea Bologna-Milano, e Bologna. E ‘ stato invece appena completato il collegamento di circa 7,4 km, fra San Ruffillo, sulla Bologna-Firenze, e la stazione sotterranea. Ne fanno parte due gallerie parallele a singolo binario, lunghe entrambe circa 6 chilometri; e una galleria a doppio binario, lunga 120 metri. Le prime due sono state scavate utilizzando frese meccaniche di 9,4 metri di diametro, l’altra con il metodo tradizionale. Prossimi alla ripresa anche gli scavi per gli ultimi 430 metri della galleria di collegamento fra la stazione sotterranea bolognese e la linea AV da e per Milano.
Il nuovo treno al Alta Velocità chiamato Frecciarossa garantirà comfort e tranquillità ai passeggeri che potranno viaggiare in comodità e in assoluto silenzio, nonostante la velocità che raggiungerà in alcuni punti i 300 chilometri orari.
E’ indubbiamente un passo avanti per il settore dei trasporti su rotaia in Italia, un cambiamento negli stili di vita che si ripercuoterà anche sul benessere fiisico e psichico dei passeggeri e soprattutto dei pendolari. C’è solo da augurarsi che anche per i treni  AV non si verifichino quei cronici disagi e quelle ripetute difficoltà ai quali negli ultimi periodi molto spesso le ferrovie italiane ci hanno abituato.
Un altro aspetto di particolare rilevanza in questo periodo è quello della sicurezza, dei passeggeri e del personale viaggiante. Un viaggio sicuro dipende anche dai viaggiatori e la responsabilità è un dovere di tutti. “Un viaggio sicuro parte da te” è infatti il messaggio della campagna del Gruppo FS che vuole richiamare l’attenzione su poche, ma preziose regole da osservare quando si va in treno o si è in stazione. Non gettare oggetti dai finestrini, per esempio, è una norma elementare, non solo di buona educazione, ma soprattutto di sicurezza. Lanciare qualsiasi tipo di oggetto da un treno in corsa può provocare conseguenze gravissime, talvolta irreparabili, per l’integrità fisica delle persone che si trovano lungo la linea o su un treno in transito sul vicino binario.
Come anche non aprire le porte se prima il treno non è completamente fermo, molto spesso qualcuno appena avverte il segnale di apertura è già con la mano sulla maniglia. Si tratta di regole fondamentali per la sicurrezza propria e degli altri, fa bene dunque chi ne segnala l’abuso o il mancato rispetto.