Festival “Cromo-grafie. Cronache dall’adolescenza”

L’infanzia e la prima adolescenza sono le età più difficili e complicate da gestire. I problemi che riguardano bambini e ragazzi oggi sono di gran lunga superiori per entità ed importanza sociale di quanto non lo fossero per i loro coetanei di qualche decennio fa. Droga, devianze, conflitti, frustrazioni, difficoltà di ogni genere emergono quotidianamente dalle scrivanie di psicologi, sociologi, medici ed educatori. Resta quanto mai arduo il compito di questi professionisti nell’individuare e risolvere  i problemi che si trovano ad affrontare.
A San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna si parlerà di tutte queste problematiche nel corso di un festival dal titolo “Cromo-grafie. Cronache dall’adolescenza” organizzato da Teatro Reon in collaborazione con Cooperativa Culturale Giannino Stoppani nell’ambito del Progetto Accendimoltifuochi del Servizio di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’età evolutiva dell’Ausl di Bologna e con i Comuni di Bologna e San Giovanni in Persiceto.
Il programma prevede una serie di letture pubbliche di testi che hanno come trama principale la realtà del mondo adolescenziale di oggi.
Martedì 18 novembre alle ore 21 è in programma “Perduto in una vigna. Valerio Binasco legge Cesare Pavese”: un ragazzo vaga nel silenzio della vigna, è il dramma di Pavese uomo che cerca di risolvere la sua solitudine senza perdere quel ragazzo che lo guarda sempre a distanza.
Mercoledì 19 novembre il testo scelto è  “Peanuts/Noccioline” di Fausto Paravidino. Fumetti del leggendario creatore di striscioline giornaliere, pubblicate su tutti i giornali del mondo, Charles M. Schulz (l’ideatore di Charlie Brown, per intenderci), che fanno riflettere sul perido di “passaggio” dall’infanzia all’adolescenza.
Infine, venerdì 21 novembre alle ore 17, nella Sala dell’Affresco presso il Chiostro di San Francesco in piazza Carducci, si terrà l’incontro “Autoscatti dall’adolescenza e proiezioni video” con focus su Malkia e Amref-progetto Children in need, in collaborazione con l’Associazione Donne nel mondo.
Info e prenotazioni: Teatro Reon, tel. 051.6594058 o 051.520934; www.teatroreon.it