Visitare Lignano Sabbiadoro e le altre spiagge del Friuli

Visitare Lignano Sabbiadoro e le altre spiagge del Friuli


Lignano Sabbiadoro sorge su una verde penisola situata in una zona caratterizzata da una straordinaria bellezza naturale, dove si trova la foce del fiume Tagliamento, il mare Adriatico, e la Laguna di Marano.

Lignano Sabbiadoro – Veduta–

Lignano Sabbiadoro – Veduta– foto di Badener (CC BY 3.0)

A Lignano molto famosa è la sua lunga spiaggia, ben 8 km di sabbia finissima, tratteggiata da una rigogliosa pineta, e bagnata da uno splendido mare, certificato anche dalla Bandiera Blu assegnata consecutivamente negli ultimi 7 anni, e premiato ogni anno dai tantissimi i turisti, italiani e stranieri, che scelgono questo posto per le loro vacanze.

La cittadina infatti, si caratterizza, soprattutto dal secondo dopo guerra, per la sua vocazione tipicamente turistica, anche se i primi stabilimenti sono sorti già nel primo 900, quando la penisola non era ancora raggiungibile via terra, ma solo in barca attraverso la Laguna di Marano. Attualmente Lignano, è unita all’entroterra grazie ad una strada a doppia corsia.

Il centro di Lignano Sabbiadoro – Veduta–

Il centro di Lignano Sabbiadoro – Veduta– foto di Piave di Wikipedia (CC BY-SA 3.0)

Era il 1935 invece, l’anno in cui per la prima volta fu aggiunto il nome di “Sabbiadoro” per motivi promozionali.

Tra il 1953 e il 1956 poi, fu realizzato l’eccezionale progetto per Lignano Pineta, situata al centro della penisola, a cura dell’architetto Marcello D’Olivo. Un progetto ripreso anche da numerose riviste specializzate, simbolo del comune della cittadina friulana, che prevede dei viali a spirale o a chiocciola, con una collocazione arretrata delle unità abitative rispetto al fronte strada, immerse così nel verde, per attutirne l’impatto ambientale.

Successivamente, lungo la costa adriatica, fu istituito il Parco intitolato a Ernest Hemingway, lo scrittore americano che soggiornò da queste parti, e che ha contribuito anche alla promozione turistica di questa località, definendola la “Florida d’Italia”. Una zona verde che si sviluppa su 4 ettari di terreno, con oltre 4000 alberi d’alto fusto.

E il Parco Zoo di Punta Verde, dove convivono circa 1200 esemplari di animali, appartenenti a 200 specie diverse, in un territorio ricco di vegetazione, corsi d’acqua e laghetti.

Tra mare e cultura

La costa del Friuli è ricca di località marine molto famose, dove poter praticare diversi sport, proprio come nell’entroterra, dove è molto diffuso il bike.

Grado, per esempio, di origine alto medievale e con un bellissimo centro storico. Qui, si possono ripercorrere con la memoria i fasti dell’aristocrazia austriaca.

La laguna offre invece possibilità di escursioni in un ecosistema ancora intatto. Gli appassionati dell’arte non possono perdersi l’antica città romana di Aquileia, con la basilica di Santa Maria Assunta, dallo splendido pavimento a mosaico.

A Lignano Sabbiadoro e Lignano Pineta le vacanze sono sinonimo di relax e divertimento.

Tra mille iniziative sportive o culturali, aiuole e composizioni paesaggistiche della prima edizione di “Sea Sun Flowers” del 2011, manifestazione che si è svolta per tutto il mese di maggio, con creazioni di architetti paesaggisti.

In Veneto, Caorle, alla laguna alterna 18 chilometri di sabbia finissima. Da non perdere il porto peschereccio con i suoi colori e il mercato ittico dalle antiche tradizioni, come l’asta del pesce in recia (all’orecchio), le calli e i campielli che ricordano Venezia, il magico incanto della laguna, amata da Hemingway. Senza dimenticare i prelibati piatti locali della cucina tradizionale come il Moscardin, il Broeto alla Caorlotta, il Saor e la Pasta al nero de sepa.

Le località friulane sono dunque oggi più che meta la meta ideale per chi vuole relax, divertimento e anche un pizzico di cultura, che visti i tempi, non fa male avere.



Dettagli Luca C.

Mi piace viaggiare e mi piace scrivere, ma anche scoprire posti nuovi... e mi piace poter condividere quello che ho visto, quello che ho notato, quello che magari qualcun altro potrà apprezzare. L'Italia è uno scrigno che racchiude al suo interno un valore inestimabile e smisurato, tutto da scoprire!