Tutti a cavalcare l’onda di Parolario!

Parolario

Un’onda non d’acqua ma letteraria si frangerà su Como e la sua piazza in riva al lago dal 23 agosto al 7 settembre: è l’onda di Parolario, la manifestazione dedicata ai libri e alla cultura che, con 16 giorni di programmazione e oltre 100 appuntamenti, giunge quest’anno all’ottava edizione.

Come sempre, piacevole consuetudine per i numerosi spettatori di Parolario (180mila presenze nel 2007), il fulcro centrale della manifestazione, attorno al quale ruotano molti altri appuntamenti, è costituito dagli incontri con gli scrittori (sia di respiro locale quanto di rilievo internazionale): il pubblico potrà assistere agli interventi di scrittori, poeti e giornalisti nei tre principali luoghi di Parolario, e cioè la Piazza Cavour, il Palazzo del Broletto e la Biblioteca Comunale.

Tra gli ospiti di quest’anno (in ordine sparso): Raoul Montanari, Flavio Caroli, Francesco Carofiglio, Mario Capanna, Alessandro Bertante, il criminologo Massimo Picozzi, Gianni Biondillo, Fethie Cetin, Miguel Gotor, Danilo Mainardi, Chicco Testa, Franco Brevini, Davide Paolini, Anita Rau Badami, Paolo Grugni, Candido Cannavò, Fabiana Giacomotti, Andrea De Carlo e Valerio Manfredi proporranno entrambi serate di reading e musica. La sera dell’inaugurazione di Parolario i protagonisti saranno Andrea Vitali e il gruppo Sulutumana per un incontro di parole e musica.


Torna poi per il quarto anno consecutivo – grande punto di forza e di interesse di Parolario – il ciclo di conversazioni filosofiche ideato e condotto da Alfredo Tomasetta, che si intitolerà “Anima ed esattezza. Dialoghi filosofici su religione, etica e scienza”. Ospiti degli otto incontri in programma, l’indologo Giuliano Boccali, che svelerà l’intreccio tipicamente indiano tra indagine razionale e vita spirituale; Giangiorgio Pasqualotto, che parlerà della negazione dell’esistenza dell’anima nel buddhismo; il teologo Vito Mancuso, che rileggerà la tradizione cristiana alla luce delle scienze naturali; Umberto Galimberti che analizzerà il destino dell’anima nell’età della tecnica; Armando Massarenti che parlerà di etica e scienza; Andrea Moro e poi Massimo Marraffa che indagheranno le prospettive e i limiti dello studio scientifico di ciò che, come il linguaggio e il pensiero, tradizionalmente è sempre appartenuto all’anima. Chiude il ciclo l’incontro con Emanuele Severino e il biologo Edoardo Boncinelli sulle questioni cruciali del rapporto tra etica e scienza.

Come sempre, anche il cinema sarà protagonista di molte delle serate di Parolario. Quest’anno si festeggia il centenario della nascita di due attori che hanno incarnato interamente la figura della donna italiana e dell’uomo americano, durante e dopo la guerra: Anna Magnani (1908 – 1973) e James Stewart (1908 – 1997). A loro, che hanno collaborato con i più grandi registi alla realizzazione di capolavori della storia del cinema, Parolario dedica un omaggio, ponendoli a confronto con un doppio ciclo di film e attingendo al meglio delle loro interpretazioni. La giornata tematica (29 agosto) sarà, invece, quest’anno dedicata all’India: per cercare di avvicinare e conoscere un po’ meglio questo vasto e variegato Paese si alterneranno sul palco di Parolario studiosi e scrittori, ognuno per guardare all’India da una diversa angolatura. E quindi ci saranno le scrittici Anita Rau Badami e Mira Kamdar che parleranno della “loro” India, l’indologo Giuliano Boccali che parlerà di induismo, ed Elena Aime, esperta e studiosa di film di Bollywood, che traccerà una panoramica di quanto la fiorente industria cinematografica indiana ha offerto negli ultimi anni. Chiuderà la serata un concerto di sitar e tabla.

Ampio spazio verrà dato anche quest’anno da Parolario alle mostre, che saranno in tutto quattro. Sarà aperta dal 26 agosto al 6 settembre presso La Tessitura a Como la mostra “La coperta delle donne”, nata da un progetto di Alina Rizzi con la collaborazione di molte artiste italiane e straniere. Ognuna di loro ha creato un quadrato di tessuto lavorato secondo la propria creatività, che è stato poi cucito a mano insieme agli altri da Alina Rizzi fino a formare la Coperta delle Donne, testimonianza della la solidarietà femminile e della capacità di lavorare ad un progetto comune, utilizzando materiali come il tessuto, i fili, i colori che da sempre sono rappresentativi della più antica arte femminile. Il progetto ha lo scopo anche di raccogliere fondi per il CISDA, (Coordinamento Italiano Sostegno Donne Afghane), nella speranza di poter aprire nuove scuole di alfabetizzazioneper le donne in Afghanistan.

Infine, tornerà anche quest’anno in Biblioteca la mostra “Altrepagine” organizzata dall’Associazione Arte& Arte con i “libri d’artista” di Giovanni Coco, che conserva sotto forma di diari, realizzati con tele o altri materiali, sperimentazioni di nuovi materiali e nuove soluzioni formali. Ogni libro contiene un titolo ed una storia: L’Età dell’Oro, Polvere, Le Città Invisibili, Combustioni, Libro Sacro. I “Libri d’artista” si possono sfogliare e toccare e attraverso questo rituale annullare la distanza e la dimensione spazio-temporale del libro oggetto.