Assicurazione Viaggio negli Stati Uniti: cosa c’è da sapere

Assicurazione Viaggio negli Stati Uniti: cosa c’è da sapere

Gli Usa sono il Paese più visitato, tra quelli non europei, sia per motivi di lavoro che di svago. Secondo l’Istat (dati risalenti al 2017) gli Stati Uniti sono la destinazione preferita dal 4,1% degli italiani per le vacanze lunghe e dal 7,1% degli italiani per i viaggi d’affari.

Se desideri unirti ai milioni di turisti che viaggiano in America ogni anno, stipulare un’assicurazione di viaggio può essere una mossa intelligente.

Non esiste una sola formula di polizza assicurativa per i viaggiatori di oggi, per questo è bene trovare quella più adatta alle proprie esigenze. Tuttavia, il costo dell’assicurazione di viaggio negli Stati Uniti può variare in base al livello di copertura necessario e al tipo di attività che stai pianificando.

Ma perché è così importante trovare una buona assicurazione di viaggio? Perché purtroppo basta un imprevisto per trasformare la vacanza dei sogni in un incubo. Cancellazioni o ritardi dei voli, condizioni meteorologiche estreme, gravi lesioni o malattie, improvvise evacuazioni di emergenza, negazione dell’ingresso alla frontiera, perdita di passaporti e mutevoli richieste commerciali, possono far saltare tutti i tuoi piani. Un’assicurazione di viaggio ti copre da tutti gli imprevisti che possono avvenire nel corso del soggiorno.

Cosa deve includere quindi un’assicurazione di viaggio negli Stati Uniti?

Generalmente, quasi tutte le polizze assicurative includono:

  • Assistenza medica. L’assistenza medica in America può essere costosa se necessiti di cure come turista. In questo caso, senza alcuna copertura, dovrai pagare l’importo per intero. Le spese mediche americane possono essere estremamente elevate, con il conto finale per il trattamento di un semplice infortunio, come una caviglia rotta, che può arrivare a decine di migliaia di euro. È una buona idea verificare che la tua assicurazione di viaggio includa l’assistenza di emergenza e anche il volo di rimpatrio: è meglio prevenire che curare.
  • Copertura per danni, smarrimento e furto del bagaglio. L’assicurazione di viaggio dovrebbe coprirti per la sostituzione di vestiti, gadget e articoli da toeletta.
  • Copertura per annullamento delle vacanze. Questa clausola potrà coprire l’intero importo, o buona parte, della tua vacanza, nel caso tu abbia bisogno di interrompere il viaggio o annullarlo del tutto in caso di emergenza o lutto. È importante stipulare un’assicurazione di viaggio al momento della prenotazione, in modo da essere coperti da subito.
  • Annullamenti e ritardi dei voli. La copertura per voli annullati e coincidenze perse non è inclusa in tutte le politiche, quindi assicurati di controllare i Termini e condizioni della tua polizza per vedere fino a che punto sarai coperto.
  • La perdita o il furto del passaporto. Ottenere un nuovo passaporto mentre si è all’estero può essere un processo arduo, quindi può essere una buona idea aggiungere questa clausola alla tua polizza se non è inclusa come standard.
  • Copertura della responsabilità personale. Questa copertura ti fornisce protezione nel caso in cui tu possa arrecare danno a qualcun altro, anche accidentalmente.

Per stipulare la polizza può adatta, devi anche prendere in considerazione le attività che intendi svolgere nel corso del tuo soggiorno. Ad esempio, se sei un amante degli sport estremi, verifica che la tua assicurazione di viaggio negli Stati Uniti ti fornisca protezione per gli sport ad alto rischio, come immersioni, alpinismo o kayak.

Una buona polizza assicurativa di viaggio offre una preziosa rete di sicurezza finanziaria. Questo è fondamentale, in quanto organizzare una visita negli Usa è già di per sé costoso, ma può esserlo ancora di più in caso di imprevisti.