Le vacanze in crociera con i bambini: che cosa fare e dove andare

Le vacanze in crociera con i bambini: che cosa fare e dove andare

La vacanza in crociera è adatta anche alle famiglie con i bambini, al punto che sono sempre più frequenti e diffusi i pacchetti che sono dedicati proprio ai nuclei familiari in cui ci sono anche turisti di pochi anni.

Per di più, sulle navi vengono messi a disposizione mini club e junior club, concepiti per i più piccoli ma anche per gli adolescenti, così da consentire a mamme e papà di concedersi qualche ora di relax in totale libertà, senza ansie e senza preoccupazioni.

Chiaramente, non vanno dimenticate tutte le altre proposte perfette per grandi e piccini, dal cinema alla biblioteca, passando per la piscina.

La formula perfetta

Quella della crociera è davvero la formula migliore per una vacanza che coinvolga tutta la famiglia: ciò che ci vuole per abbinare relax e divertimento, ma anche cultura, grazie a tour guidati che consentono di entrare in contatto con destinazioni eccezionali sia dal punto di vista artistico che sul piano storico.

Insomma, che si abbia voglia di conoscere un luogo dalla natura incontaminata o di concedersi un’avventura in compagnia dei propri figli, una crociera offre sempre molteplici opportunità, con attività progettate su misura per turisti di tutte le età. L’animazione dei teen club, i corsi di ballo, le rappresentazioni teatrali, i menù studiati apposta per i più piccoli: c’è davvero tutto ciò che un bambino potrebbe volere.

Zero stress per mamme e papà

Una situazione vantaggiosa di questo tipo vale per tutte le crociere, siano essere organizzate in estate o in inverno: è sufficiente consultare le offerte natalizie su Costa Crociere per verificare quali sono i servizi messi a disposizione su ogni nave, con animatori e membri dello staff che si prendono cura dei più piccoli all’insegna della massima professionalità e con passione.

Per i bimbi, il primo viaggio in crociera è destinato a trasformarsi in un ricordo unico e impossibile da cancellare, foriero di emozioni speciali non solo per l’opportunità di viaggiare a bordo di un gigante del mare, ma anche per le tante amicizie che si possono stringere nel corso del viaggio.

Proposte per tutti i gusti

La varietà di itinerari tra i quali è possibile scegliere è tale che si ha sempre la certezza di vedere soddisfatte le proprie necessità, a prescindere dal budget che si è disposti a investire. Certo, tenendo conto della presenza dei bambini è opportuno porsi alcune domande per evitare brutte sorprese o imprevisti: non si tratta solo di decidere dove andare, ma anche di capire quanto tempo si ha a disposizione.

Non è detto, infatti, che una crociera debba durare dieci giorni o due settimane: anche in un periodo di tempo più ristretto ci si può divertire e rilassare, con crociere di una settimana o addirittura di pochi giorni, per esempio di un weekend come ad esempio una crociera nel mar mediterraneo. Ovviamente, molto dipende anche dalla destinazione per cui si decide di optare.

Quando partire?

Tra le decisioni che è necessario prendere in previsione di una crociera, c’è quella che riguarda il periodo scelto per la partenza: la stagione estiva è forse quella più richiesta, ma ormai è facile prenotare esperienze di questo tipo in ogni momento dell’anno, dalla primavera all’inverno, anche per Pasqua o per Natale.

Per quel che riguarda le spese, è necessario sapere che nel prezzo di solito sono già compresi i pasti e tutti gli altri servizi, come gli spettacoli e le attività per i bambini; meglio informarsi prima, però, sulle consumazioni al bar e nei ristoranti.

Specialmente nel corso della bassa stagione, non è difficile imbattersi in offerte convenienti, con prezzi molto bassi e sconti da cogliere al volo, o addirittura promozioni in virtù delle quali i bambini e i ragazzi sotto un certo limite di età non pagano.

Per evitare imprevisti che potrebbero compromettere la vacanza, può essere utile adottare alcune precauzioni destinate a trasformare la crociera in un viaggio di piacere.

Ciò vuol dire, per esempio, prestare attenzione a ciò che si mette in valigia: non devono essere presenti unicamente abiti comodi e leggeri per la vita a bordo, ma ci si deve ricordare di portare anche dei capi più eleganti e un po’ più pesanti per la sera.

Una lista a tal proposito è fondamentale, e dovrebbe includere dei costumi da bagno e degli asciugamani, insieme con la biancheria intima, delle magliette a maniche corte leggere, dei bermuda, almeno un paio di vestiti eleganti, un maglioncino e una giacca a vento.

Per fare in modo che anche eventuali imprevisti possano essere affrontati dai bambini senza timori, è utile portare con sé un kit di primo soccorso: il mal di mare è un nemico da non sottovalutare, soprattutto per chi si trova a bordo di una nave per la prima volta nella propria vita, mentre i farmaci di prima necessità si possono rivelare indispensabili anche per far fronte ai malanni o ai raffreddori provocati dall’aria condizionata.

Prevenire è meglio che curare, insomma: ed è per questo motivo che in valigia non può mancare una crema solare che protegga la pelle delicata dei bambini.

Qualche attenzione in più si rende necessaria se la crociera viene affrontata in compagnia di un neonato o comunque di un bambino molto piccolo: in questo caso non si può fare a meno di un passeggino che risulti il più possibile leggero e facile da maneggiare, ma anche di un latte in formula e di giochi con cui intrattenere il bimbo.

Le scorte di pannolini sono sempre fondamentali: se ne potranno trovare anche a bordo, ma probabilmente avranno un costo più elevato della media. Meglio risparmiare se è possibile farlo.