Sono sempre più numerosi i produttori biologici italiani

Vi riporto una notizia diffusa da due importanti organi di promozione e controllo sul biologico Asso Bio e Feder Bio. A quanto appare su comunicati e rimbalzo della notizia, l’Italia sta svoltando verso il biologico, con un aumento di produttori e diconversioni di aziende già esistenti. In Italia, a quanto riportato, le aziende biologiche superano le 50.000 unità, quasi 5.000 si occupano in modo selettivo di “trasformazione” (vini, olio, formaggi, marmellate, pasta, salumi, ecc.).

C’è anche una classifica delle regioni più “Bio”: la regione con più imprese biologiche è la Sicilia, con oltre 8.000 aziende; la produzione in generale si concentra al sud (oltre alla Sicilia buone posizioni per Puglia e Calabria).

Se il Sud produce il Nord mangia, zona d’Italia con più alto consumo e vendita di prodotti biologici (vi si trovano due terzi dei 1.100 negozi specializzati italiani).

I produttori Bio italiani oltre alla vendita sui mercati hanno un altro ritorno e un’latra conferma che la scelta è “vincente”, nel vero senso della parola, dato che portano a casa più di altri premi e riconoscimenti.

Esempio? Nel 2007 una confettura biologica italiana è stata premiata come miglior prodotto sul mercato danese (una bella vittoria se si pensa che il concorso non era riservato ai prodotti biologici, ma prendeva in esame tutti i prodotti);un altro esempio? La società tedesca per l`agricoltura Deutsche Landwirtschafts-Gesellschaft ha conferito 8 medaglie d`oro (e 7 d`argento) su 13 in palio all’Italia nel concorso internazionale Biocaseus 2008, dove i formaggi biologici italiani sono stati pluridecorati.