I migliori quartieri dove dormire a Roma

I migliori quartieri dove dormire a Roma

State cercando un hotel a Roma? La città più visitata d’Italia ha tutti gli alberghi che fanno per voi, ma proprio tutti: piccole pensioni a 1 o 2 stelle, ostelli giovanili, case storiche rimesse a nuovo, strutture con SPA e hotel così lussuosi che vi faranno sentire membri dell’antico Senato. Senza soffermarci sulle singole strutture – la cosa migliore in questo senso è affidarsi a un comparatore che confronti per voi tutti gli alberghi di Roma – in questo articolo vogliamo consigliarvi i quartieri migliori dove dormire, a seconda del budget e della vostra tipologia di turismo. Ricordiamo che in questo articolo abbiamo raccolto altre informazioni utili per visitare Roma.

Trastevere: ideale per la vita notturna

Il sottotitolo dice tutto. Quello che un tempo era il cuore popolare della città, tutt’oggi caratterizzato dai vicoletti di sanpietrini e dalle antiche case medievali, è oggi il centro principale della movida romana. Scegliete Trastevere se volete andare in giro per pub, locali e ristoranti e vi fa comodo non fare troppa strada dal bancone al letto (ma attenti a non puntare su un hotel troppo vicino alla movida, o difficilmente chiuderete occhio).

A Trastevere si respira ancora l’aria della Roma più autentica: sono tante le taverne e le osterie che offrono piatti della tradizione romana, ma sono altrettanti quelli che hanno sfruttato il grande flusso turistico per “scimmiottarli”. Per non restare delusi ci si può affidare ai consigli di chi “mastica” Roma meglio di noi, e qui proveremo a darvene uno in tal senso. Le vecchie osterie della capitale hanno l’abitudine di scrivere il conto della cena direttamente sulla tovaglia di carta sulla quale avete cenato. Seguite questa indicazione e vivrete senz’altro una vera esperienza culinaria romana. Dopo la cena una passeggiata sul Lungotevere è d’obbligo: anche qui locali e movida non mancano, ed è tutto raggiungibile a piedi. Questo è il grande vantaggio di prendere un alloggio dalle parti di Trastevere, visto che i mezzi pubblici non rappresentano proprio il punto forte di Roma! Naturalmente il prezzo di una stanza sarà abbastanza elevato, ma è un buon compromesso soprattutto per chi vuole trascorrere un dopo cena senza gli ingombranti pensieri su come organizzare gli spostamenti.

Termini: comoda e a basso budget

Come tutte le stazioni, Termini ha un’offerta alberghiera fuori dal comune, e soprattutto accessibile anche a piccoli budget. Certo, non si tratta della zona più bella di Roma, ma la comodità di poter arrivare tardi la sera o partire presto la mattina senza poi dover penare per raggiungere il treno va tenuta in considerazione.

Bastano 5/10 minuti di camminata per ritrovarsi dalle parti di San Lorenzo, cuore pulsante della vita universitaria della capitale. Prendere una stanza a metà strada tra Termini e San Lorenzo può essere il giusto compromesso tra la comodità di una partenza rapida e il vantaggio di poter “esplorare” una parte significativa della Roma più “frizzante”.

San Pietro/Prati: la Roma sacra

Questa è la zona giusta per chi pensa di visitare la maggior parte della vacanza ad ammirare le tante bellezze di Città del Vaticano, tra San Pietro, la Cappella Sistina e i Musei Vaticani. Anche qui l’offerta di hotel è molto alta, ma il panorama è molto diverso rispetto a Termini; certo, il Colosseo non è vicinissimo, però qualche compromesso lo si può accettare.

Il costo delle strutture è abbastanza elevato,, ma d’altra parte siamo in uno dei quartieri più caratteristici della capitale, e non solo dal punto di vista storico/architettonico. La parte di Prati Fiscali, con la suggestiva “Via Cola di Rienzo”, costituisce una delle maggiori attrattive per lo shopping romano. Un quartiere residenziale di alto livello che vi permetterà di mettere il naso nella Roma “bene”.

Piazza Navona: il quartiere superlusso

Insieme al Pantheon, Piazza Navona è probabilmente la zona più cara di Roma: sarete dalle parti del Senato, di Montecitorio e della Fontana di Trevi, solo per citare alcune delle attrazioni principali. L’offerta è principalmente di fascia alta e altissima: se volete il privilegio di essere al centro del centro di Roma dovrete pagarlo caro. Fateci sapere se ne sarà valsa la pena!

Roma Eur: il quartiere del tessuto industriale romano

Lontano dal caos del centro storico c’è l’Eur, il vero e proprio motore dell’economia industriale romana.
Si tratta di un quartiere molto esteso, recentemente rimesso a nuovo, e che racchiude la maggior parte delle grandi aziende della capitale. Qui ci sono hotel molto grandi (comprese le catene alberghiere più famose) ma anche parecchie situazioni più “low cost” come b&b o case da affittare. Se è vero che il centro storico in linea d’aria è lontano, è altrettanto vero che con 15/20 minuti di metropolitana (ci sono ben tre fermate in tutto il quartiere Eur) lo si può raggiungere tranquillamente e senza patemi relativi al traffico. Per questo motivo molti turisti che vogliono risparmiare sull’alloggio decidono di prendere una stanza in questo quartiere che non sarà così suggestivo, ma di certo permette di avere le tasche un po’ più piene per la permanenza nella capitale.