Quali destinazioni turistiche scegliere per il 2018?

Quali destinazioni turistiche scegliere per il 2018?

La valigia sempre pronta, la voglia di partire che non passa, l’entusiasmo dei vent’anni ogni volta: viaggiare è indubbiamente una delle avventure più entusiasmanti, e più desiderate, a qualunque e età e, ahimè, con qualunque portafoglio.

Eh sì, perché la magia che nasconde un viaggio è estremamente coinvolgente, sia che si tratti di una destinazione vicina, sia, per i più fortunati (o intraprendenti!), di una meta oltreoceano.

Ne sanno qualcosa i travel blogger che ci suggeriscono idee, consigli e souvenirs di viaggio in HomeToGo. Grazie alla loro esperienza, ci conducono in un viaggio immaginario (per il momento), alla scoperta di alcune fra le destinazioni più affascinanti, da non perdere per l’anno 2018.

Seguiamo allora i suggerimenti di HomeToGo, e cominciamo a sognare…

  • Cappadocia (by Monica Nardella di turistadimestiere.com): regione storica dell’Anatolia, precedentemente inserita nell’area attualmente riferita alla Turchia centrale.

    Si caratterizza per una formazione geologica unica al mondo e le sue particolarità, il suo ricco bagaglio culturale, nonché l’elevato valore storico, l’hanno portata ad essere nella lista dei patrimoni UNESCO.

    I suoi paesaggi sono addirittura descritti come “lunari”, e questo rende ancor più misterioso ed affascinante un territorio dalle tipiche abitazioni ricavate dalla roccia. La formazione geologica di tufo calcareo, nel corso di milioni di anni, ha subito mutamenti tali da trasformarle in forme insolite.

    E’ il risultato dell’erosione ad opera di due vulcani, ormai inattivi da tempo, l’Erciyes e l’Hasan, che hanno realizzato naturalmente i cosiddetti “camini delle fate”, particolari, ed un po’ inquietanti, costruzioni laviche a forma di cono in cui si rifugiarono le popolazioni eremite, scavando le loro abitazioni.

    Per i più avventurosi, da non perdere l’esperienza di un sorvolo in mongolfiera sopra le spettacolari rocce di Göreme, svegliandosi in piena notte e ammirando l’alba da un pallone volante, su uno scenario mozzafiato.

  • Islanda (by Andrea Petroni di vologratis.org): un paese che entra nel cuore, tanto freddo per il suo clima, ma altrettanto caldo per le emozioni che regala ai visitatori di tutto il mondo.

    La terra “del ghiaccio e del fuoco” è una di quelle destinazioni in cui l’uomo deve inchinarsi davanti alla forza delle natura e in qualche modo conviverci. Senza neanche troppo preavviso, si può alzare il vento al punto da far scendere lacrime di freddo, così come i vulcani decidere di eruttare o la pioggia cadere battente, allagando le strade.

    Nonostante questo, l’Islanda è un paese che affascina, incanta, un posto dove convivono vulcani e ghiacciai, ai confini del circolo polare artico. La natura è la regina dell’isola, ma la vera attrattiva è l’aurora boreale, visibile peraltro a temperature più accettabili che in altri luoghi. Infatti, grazie alla corrente del Golfo, il termometro raramente segna sotto zero anche d’inverno. Da non perdere la capitale Reykjavík, giovane e frizzante, con una movida notturna da fare invidia a località più mondane e alla moda.

  • Toscana (by Sara Boccolini di viaggioanimamente.it): tornando a casa nostra, puntiamo ad una delle regioni più complete del nostro bel Paese. In Toscana, infatti, non manca proprio nulla: città d’arte meravigliose, mare straordinario, campagne ricche di borghi, castelli, vigneti. Firenze, Pisa, Siena, tanto per citare le più conosciute, sono davvero tappe imperdibili, sia per i loro tesori artistici che per quelli enogastronomici.

    Ma anche chi preferisce luoghi alternativi, lontani dalle grandi città ed immersi nella campagna forse più affascinante d’Italia, può perlustrare i tanti borghi e centri etruschi e medioevali, come Volterra, San Gimignano, Monteriggioni.

    O ancora imboccare la Strada del Chianti, lungo le colline senesi e fiorentine, in un turbine di bellezze naturali, fra prati e distese che si perdono a vista d’occhio, e le mille osterie tipicche. Qui si possono gustare prodotti famosi in tutto il mondo, come i formaggi pecorini di diverse stagionature, gli insaccati e la carne, fra le più gustose e tenere d’Italia, il tutto innaffiato con i corposi vini del Chianti.

  • Brema (by Daniela di orsanelcarro.it): città all’estremo nord della Germania, famosa per i suoi “4 musicanti”, lascia a bocca aperta per le sue architetture, come quelle della sua elegantissima Marktplatz, spettacolare nella miscellanea di rinascimento, barocco e fiammingo.
    Ma non solo il centro: imperdibile lo Schnoor, straordinario e pittoresco quartiere dei pescatori, con le tipiche case a graticcio, ed ancora lo Schlachte, il lungofiume, vivace e sempre in movimento, e la Böttcherstraße, una vera e propria “via-museo”, in stile Liberty.

    Per non parlare dell’indimenticabile mulino nel parco, o della manifestazione di artisti di strada, denominata proprio così, “La Strada”, ricca e coreografica per tutta la città, o della birra, una delle più famose (e buone) del mondo! Il simbolo della città è la statua bronzea dei musicanti, progettata da Gerhard Mack e situata sulla piazza del Municipio, edificio di cui i cittadini di Brema vanno particolarmente fieri. Antico per più di 600 anni, con la facciata in stile Rinascimento, è riconosciuto dal 2004 patrimonio dell’umanità UNESCO, insieme alla statua di pietra del Rolando che, distante solo pochi metri, simboleggia lo spirito di indipendenza dei cittadini di Brema.