Cosa fare a Cervia, una serie di eventi e di manifestazioni tra spiaggia e natura

Cosa fare a Cervia, una serie di eventi e di manifestazioni tra spiaggia e natura

Cervia si trova sulla costa del mar Adriatico, 20 km a sud di Ravenna. Tra Milano Marittima, Cervia, Pinarella e Tagliata si trova una pineta di circa 260 ettari, di cui 27 facenti parte del meraviglioso parco naturale. Insieme alla riserva naturale delle saline, va a costituire la stazione sud del Parco regionale del delta del Po. Nella parte nord del territorio comunale il fiume Savio  segna il confine con il comune di Ravenna.

Un giro in città

Questa cittadina, seppure in un territorio limitato, ha veramente tante chiese che hanno influenzato la sua identità storica e alcune di questa oggi non sono solo monumenti, ma anche centri attivi di comunità parrocchiali attive. Ecco una lista delle di alcune che potrete visitare:

  • Chiesa di Sant’Antonio da Padova
  • Santuario della Madonna del Pino
  • Chiesa della Madonna della Neve
  • Chiesa di Santa Maria Assunta, la cattedrale
  • Chiesa di Santa Maria del Suffragio
  • Chiesa di San Severo Vescovo
  • Chiesa di Sant’Andrea Apostolo a Villa Inferno
  • Chiesa di Sant’Antonio Abate a Castiglione di Cervia
  • Chiesa di San Giorgio a Montaletto
  • Chiesa della Madonna degli Angeli a Cannuzzo
  • Chiesa del Sacro Cuore a Pinarella
  • Pieve di Santo Stefano a Pisignano
  • Chiesa di Stella Maris a Milano Marittima
  • Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù a Tagliata

Tra le attività da svolgere assolutamente in questa cittadina, è utile e salutare fare una gita in bicicletta per godere delle saline, con i magnifici panorami, dove si possono osservare diversi volatili tra cui straordinarie macchie rosa di fenicotteri.

Un altro simbolo della città è la fontana nella piazza antistante gli antichi Magazzini del Sale, con la Torre di San Michele e l’asta del Porto Canale. L’opera in mosaico è stata realizzata da Marco Bravura un’artista ravennate al fine di evocare la cultura bizantina della Ravenna Imperiale.

Tutte le informazioni su Cervia e su cosa visitare in città le trovate qui.

Inoltre di seguito vi proponiamo una serie di eventi e di manifestazioni che si svolgono a Cervia, tra spiaggia e natura.

Cervia Città Giardino – Maggio in fiore

Inizia con i primi preparativi di Maggio la più importante e suggestiva “Mostra floreale a cielo aperto” d’Italia. Da anni la manifestazione “Cervia Città Giardino“, colora gli spazi verdi del comune di Cervia e coinvolge tecnici provenienti da cinquanta città italiane e straniere.

Gli allestimenti floreali che danno vita a questi originali giardini distribuiti in diversi punti della città, potranno essere ammirati dal pubblico da fine maggio a fine settembre.

Una volta terminati i preparativi sarà sancito il via ufficiale della manifestazione, con la serata di inaugurazione di “Cervia Città Giardino – Maggio in fiore”.

Festival internazionale degli aquiloni

Verso fine aprile, si svolge a Cervia, esattamente nella frazione di Pinarella, il Festival Internazionale dell’Aquilone. Si tratta di un evento di grande magia che affascina i bambini, ma anche gli adulti di ogni età.

Lungo oltre 1 chilometro di spiaggia il festival propone mercatini legati al mondo dell’aquilonismo, gastronomia, giochi per i bambini, mostre, installazioni artistiche ed eoliche, spettacoli, concerti e danza, ma soprattutto il volo di aquiloni di ogni forma e dimensione costruiti e manovrati da artisti del vento provenienti da ogni parte del mondo. E’ il festival dei colori, del gioco e della fantasia, ma anche e soprattutto un raduno multietnico di fratellanza e di persone unite da questa profonda passione che avvicina ed emoziona.

aquiloni

aquiloni – foto di Sweetaholic

Di grandissima suggestione sono anche i voli in notturna e i combattimenti Rokkaku giapponesi o i “Patang” indiani che vedono la sfida degli aquiloni fino all’abbattimento di uno dei due concorrenti. Il festival ogni anno vede crescere il numero di spettatori e protagonisti che giungono a Pinarella dall’Italia e da diversi paesi del mondo fra cui Australia, Giappone, India, Indonesia, Israele, e tanti altri.

Tutte le informazioni relative all’evento, le trovate qui.

Sculture di sabbia

C’era una volta un principe e una principessa, un castello e un a cattiva strega…a Cervia invece ad agosto la storia non ha il solito scioglimento e il solito finale.
Di che stiamo parlando? Del World master di sculture di sabbia, festival che ogni anno attira sulla spiaggia di Cervia scultori di sabbia da tutto quanto il mondo.

Un appuntamento che piacerà a grandi e piccini, dove ci sono solo principi e principesse e il finale è la premiazione dello scultore più bravo.
Sarà solo il tempo, il vento e il mare a cancellare le storie di fantasia che ognuno potrà immaginare ammirando le splendide strutture architettoniche di sabbia, nessuna brutta strega, ma solo tanti artisti e spettatori.

Scultura di sabbia

Scultura di sabbia– foto di MichaelGaida

Chi da sempre è abituato a pensare che le opere d’arte nascano solo fra pennelli, colori e argilla dovrà ricredersi perché anche fra la sabbia l’arte è di casa, purché i granelli siano amalgamati da una buona dose di acqua e fantasia.

Quello di Cervia è un appuntamento che vede i Paesi del mondo andare “a braccetto” e fa riscoprire il gusto della semplicità. Del resto, come diceva Oscar Wilde, “i piaceri semplici sono l’ultimo rifugio degli animi complessi”.

Gli arnesi utilizzati dai partecipanti sono a metà strada fra quelli da muratore e quelli che si trovano generalmente a casa degli scultori, le opere raggiungono anche gli 8 metri di altezza. Granello su granello “costruiranno” un evento che sarà indimenticabile. Avranno a disposizione circa 4 giorni per realizzare le loro sculture.

Scultura di sabbia

Scultura di sabbia– foto di rsteve254

Questo festival è un appuntamento rinomato soprattutto negli USA e in Oriente, le sculture di sabbia resteranno in esposizione fino alla fine di agosto presso il Santal Beach Stadium, sulla spiaggia libera di Cervia, dove avrà luogo la manifestazione.ono sempre più numerosi i paesi partecipanti a questo singolare e spettacolare evento; nelle passate edizioni Cervia ha ospitato delegazioni provenienti da America, Marocco, Spagna, Belgio, Russia, Olanda e perfino dall’India.

Solo a lavoro ultimato è consentito spruzzare sulla scultura una soluzione di acqua e colla che crea una pellicola impermeabile che mantiene la sabbia umida e compatta.

Il tradizionale Sposalizio del Mare

Cervia, dal 1445 festeggia uno strano sposalizio: quello col mare.

Lo Sposalizio del Mare è il rito con il quale i cervesi rinnovano, ogni anno, il loro profondo legame con il Mare Adriatico, fonte di vita per questa città di salinari e di pescatori.

È un rito che si ripropone a Cervia dal 1445 e che nasce da una storia vera accaduta a Pietro Barbo, Vescovo di Cervia. Egli, al suo ritorno da Venezia, fu sorpreso da una terribile tempesta in mare e per placarla diede in pegno alle acque l’anello pastorale, salvando così se stesso e l’equipaggio. Da allora la tradizione viene rispettata e ogni anno si rinnova la benedizione delle acque e il matrimonio con il mare.cervia sposalizio del mare

L’11 maggio 1986 fu il beato Giovanni Paolo II a celebrare lo Sposalizio del Mare di Cervia, commuovendo i cittadini che attendevano, come ogni anno nel giorno dell’Ascensione, la celebrazione dell’evento.

Proprio per rivivere la forte emozione di quell’indimenticabile giorno, rimasto negli annali della città, nell’edizione 2013,  l’11 maggio, l’Amministrazione comunale organizzò una serie di manifestazioni dedicate al beato Giovanni Paolo II, con l’intitolazione del porto canale e la proiezione del  film documentario che raccoglieva le testimonianze di quell’evento.

 Visite guidate sotto le stelle

Le serate guidate al Museo NatuRa sono annualmente dedicate alle stelle  e alla scoperta di animaletti che alcuni trovano poco belli, ma che si rilevano molto affascinanti, i pipistrelli.

Per quest’evento il museo Natura di S.Alberto (RA), vi offrirà visite guidate notturne fuori dalla classiche escursioni.
Complice il buio, le guide vi sveleranno i segreti della natura, sveglia e meravigliosa come sempre, ricca di vita, di un avita che si svolge mentre noi dormiamo.
Il Museo Natura è uno dei musei ambientali che insieme agli ecoparti fanno parte di un circuito, nella zona della provincia di Ravenna, in cui la società Atlandide svolge diverse attività fra cui anche quella di turismo ambientale e collegamneto con le scuole per l’educazione all’ambiente.

Allo stesso circuito appartiene la Casa delle farfalle, un centro di educazione ambientale, nato per volontà dell’Amministrazione Comunale di Cervia, della Provincia di Ravenna e dell’Assessorato al Turismo della Regione Emilia Romagna sposando il movimento mondiale a sostegno delle farfalle come insetti deboli. Nata nel 2002, la “Casa delle Farfalle” è divenuta rapidamente una delle attrazioni più interessanti della Romagna.

E gli eventi a Cervia continuano e di anno in anno si rinnovano, cliccando qui troverete il sito aggiornato con tutte le manifestazioni e i loro programmai.