Vacanze a Capo Verde: Cosa fare e cosa Vedere

Vacanze a Capo Verde: Cosa fare e cosa Vedere

Un viaggio, questo, che potrebbe restituirvi una dimensione vitale decisamente rigenerante…ormai al di fuori della portata dei nostri ritmi quotidiani. Il prezzo che dovrete essere pronti a pagare è l’attesa: qui si aspetta sempre e per qualsiasi cosa…ma ne potrebbe valere la pena!
A Capo Verde non c’è povertà in senso assoluto ma anche gli approvvigionamenti più semplici dipendono per lo più dalle condizioni dell’Oceano (diffusissima ovviamente la pesca soprattutto dei tonni) e dal carico dei containers prevalentemente provenienti dalle vicine coste africane.

E’ forse questo che determina un approccio alla vita da parte della popolazione locale che verrebbe da definire molto “paziente” e che consiste fondamentalmente nel saper prendere atto che per ciò che non si ha oggi occorre attendere domani…o dopodomani. L’impatto prevalentemente turistico deisola di Salll’ (fornita di aeroporto per gli scali internazionali) si manifesta con la presenza di numerose strutture ricettive, che i tour operators italiani ed esteri utilizzano nella composizione del tradizionale pacchetto turistico “tutto compreso”; queste sono localizzate in prevalenza nei pressi della spiaggia di Santa Maria, sempre frequentatissima da turisti di ogni genere e da amanti del wind surf.

Capita tuttavia molto spesso che una volta trovati là ci si faccia coinvolgere dalla voglia di scoprire questi luoghi e di visitarli sotto un’ottica diversa. Facile a questo punto che, magari servendovi della preziosa guida di qualcuno tra i numerosi italiani che vivono a Sal e che qui gestiscono in prevalenza piccoli bar o ristoranti, abbiate voglia di “lasciarvi trasportare” e di approfondire la conoscenza dell’isola.

E’ con questo spirito che potrete ritrovarvi piacevolmente immersi in una sosta meditativa contemplando l’Oceano Atlantico dalla splendida, immensa (e spesso incredibilmente deserta) spiaggia di Ponta Preta, poche centinaia di metri a nord di Santa Maria.

Probabile inoltre che, magari noleggiando in loco un piccolo fuoristrada, vi facciate prendere dalla voglia di scoprire le bellezze delle spiagge vulcaniche ad ovest dell’isola o vi lasciate rapire dall’atmosfera rilassante e festosa di Espargos, un piccolo villaggio con poche migliaia di abitanti che vi sorprenderà per la vivacità e l’allegria dei suoi abitanti…pensate, questo villaggetto popolato da non più di tre-quattro mila anime è il capoluogo dell’isola!

Vi sposterete in seguito anche a Pedra de Lume, la “Pietra di fuoco”, dove le antiche e ancor oggi terapeutiche saline poste al centro di un vecchio cratere vulcanico costituiscono la maggiore attrattiva e non lontano, avrete modo di immergervi per un ritemprante bagno nella piscina naturale di Burracona, uno dei luoghi più belli dell’isola.

Pescatori a CapoVerde

A questo punto perché fermarsi qui e non approfondire la conoscenza di Capo Verde visitando anche le altre isole che formano l’arcipelago?

Boavista ad esempio si trova a soli 15 minuti di volo da Sal e vi sorprenderà per la sua natura incontaminata, oppure Santiago, un’isola completamente differente da Sal, dove ammirerete panorami splendidi che vi stupiranno varcando ogni valle; da pochi mesi è attivo anche qui l’aeroporto internazionale situato a Praia, capoluogo dell’isola. Splendida è anche l’isola di Fogo, un’isola mito, un cono di lava nera che svetta in mezzo all’oceano e sembra voler sfiorare il cielo con i suoi quasi 3000 metri di altezza. Fogo è senza dubbio una delle isole più spettacolari dell’arcipelago, di una bellezza selvaggia e aggressiva.

 

Capo Verde : come organizzare una  vacanza “FAI-DA-TE”

Per organizzare Capo Verde “fai da te”, basterà innanzitutto procurarsi individualmente il visto per l’ingresso direttamente rivolgendosi all’ambasciata di Capo Verde in Italia a Roma ( tel. 06/4744643) o al consolato di Milano (tel. 02/5360380234).

Per quel che riguarda il volo diverse sono le possibilità: quella tutto sommato più economica ci sembra ad oggi rappresentata dai charter della Neos.

Prenotando ad oggi un’ andata e ritorno per i primi di maggio (da Milano Malpensa, Bologna, Verona o Roma Fiumicino) direttamente sul sito della compagnia aerea, la quota, comprensiva di tasse, dovrebbe assestarsi intorno alle 500 euro per persona. Il prezzo sicuramente non è “stracciato” ma i voli della TACV (Cabo Verde Airlines) non sono acquistabili on line; evidentemente la gestione dei tour operators è in questo senso “esclusiva”.

Altra possibilità il volo di linea TAP: in questo caso dovreste anticipare al massimo la prenotazione rispetto alla data di partenza e metter comunque in conto lo scalo a Lisbona.

Per i pernottamenti a Sal non avrete altro che l’imbarazzo della scelta: dal villaggio all inclusive e tutta comodità a pochi metri dalla bianca spiaggia di Santa Maria, all’economico appartamento (prevalentemente questa tipologia di strutture è situata nella zona più a sud rispetto al centro di Santa Maria ma sempre in prossimità della spiaggia).

Seguendo i link segnalati a piè pagina, non vi sarà difficile trovare confortevoli sistemazioni a costi davvero contenuti (la media di un bilo per 2 pax si aggira sulle 300 euro a settimana). Se vorrete orientarvi sul solo pernottamento e pur correndo il rischio di finire leggermente fuori dallo spirito della rubrica “chi fa da sé”, ci sentiamo anche di segnalare in modo molto positivo il pacchetto (volo + Djadsal residence), proposto dal tour operator Brixia Viaggi, molto economico in tutti i periodi, soprattutto sfruttando la prenotazione anticipata.

Per quel che riguarda il noleggio auto è particolarmente consigliato orientarsi su un 4x 4, anche di piccola cilindrata. Non vi sarà difficile trovarne uno direttamente in loco (prezzo indicativo sui 50 euro al giorno). L’avventurosa scoperta di Sal infatti, si svilupperà prevalentemente attraversando piste piuttosto larghe e non particolarmente pericolose tuttavia quasi mai asfaltate.

Discorso particolare per i voli interni: occorre specificare subito che per la visita delle altre isole dovrete essere disposti ad accettare eventuali cancellazioni e ritardi accogliendoli con spirito particolarmente “capoverdiano”….fidatevi, capirete di cosa si tratta!

Il costo medio dei voli interni è comunque piuttosto basso. I voli della TACV (Cabo Verde Airlines) prenotabili anche dall’Italia presso TACV Italia Milano (tel. 02/29536310 fax 02/201045) collegano le isole (escluse Brava e S. Antao) con piccoli ATR. I voli durano da un minimo di 15/20 minuti per le tratte brevi (Sal-Boavista / Praia-Maio) a un massimo di 55 minuti/un’ora per le isole più lontane. Costano da un massimo di circa 180 euro per le tratte andata/ritorno più lunghe (Sal-Praia / Sal-Sao Vicente / Praia-Sao Vicente) a un minimo di circa 80euro per quelle più corte (Praia-Maio / Sal-Boavista).

Alcune tratte si possono effettuare anche via mare, ma per questo tipo di trasferimento occorre a maggior ragione “far buon viso a cattivo gioco”, e cioè ad eventuali variazioni e cancellazioni di operativi, dovute ovviamente per lo più alle condizioni del mare…ricordate che stiamo parlando di Oceano aperto!

La spiaggia di Santa Maria all'ilha do Sal -

La spiaggia di Santa Maria all’ilha do Sal – Di Adrião – Opera propriaCC BY 3.0

CapoVerde in Pillole :

Il clima dell’arcipelago è di tipo tropicale secco con una temperatura media annuale di 30°C ed un’escursione termica tra giorno e notte che non supera mai i 10°C. Grazie alla brezza oceanica (gli alisei non sono mai costanti come intensità ma sempre presenti), il clima risulta sempre molto piacevole in qualsiasi stagionalità.

Il fuso orario è due ore in meno rispetto all’Italia, tre quando è in vigore l’ora legale.

La lingua ufficiale è il portoghese e quella corrente il creolo. L’italiano è comunemente compreso e parlato, soprattutto a Sal.

La moneta è l’Escudo Cabo-Verdiano (1 escudo = Euro 0,009). L’euro è accettato ovunque, non è affatto difficile trovare una banca o un qualsiasi ufficio cambiavalute ma è impossibile utilizzare il bancomat.

Per Capo Verde non è necessaria alcuna vaccinazione, in quanto non risultano malattie endemiche. E’ bene munirsi prima del viaggio dei farmaci comuni difficilmente reperibili sul posto.

Abbigliamento:  Abiti leggeri in tutte le stagioni. Sono consigliati vestiti più pesanti per la sera.

Elettricità – 220 volts con prese uguali a quelle italiane.

CHI FA DA SE’ CAPOVERDE…
1 sett. Volo + visto + appartamento + noleggio auto + 2 voli interni circa 1060 euro.
VOLO: Neos da Milano, Verona, Roma, Bologna: circa 500 euro a pax
NOLEGGIO AUTO PER TRE GIORNI base 2 pax: 80 euro
PERNOTTAMENTI: 7 notti appartamento a Santa Maria 150 euro (base 2 pax)
VOLO INTERNO PER BOAVISTA: circa 100 euro tasse incluse.
VOLI INTERNI PER FOGO: circa 200 euro tasse incluse.
VISTO D’INGRESSO: Circa 30 euro.

Federico Baldarelli   –  Articolo scritto in collaborazione con:www.professioneturismo.net

Alcuni link utili:
www.cvfaidate.com (utilissimi consigli per i viaggiatori fai da te) www.capoverdenews.com www.isoladisal.it