Concorso di Canto Lirico a Budrio (BO)

colzani.jpgbudrio-teatro-consorziale.jpg

Budrio, comune nelle vicinanze di Bologna, ospiterà nei prossimi giorni un concorso internazionale di canto lirico di particolare interesse. Ad ospitare l’evento è il teatro consorziale della cittadina bolognese. Il concorso è intitolato ad Anselmo Colzani, noto baritono nativo di Budrio e deceduto nel 2006. Ha lavorato affianco a colossi dell’ opera lirica nazionale e internazionale, solo per citarne alcuni: Renata Tebaldi, Gianni Raimondi, Ettore Bastianini. Era dunque pù che doveroso che la città che l’ha visto nascere gli dedicasse un concorso aperto a giovani talenti del canto lirico.
La manifestazione è organizzata dal Comune di Budrio, dal Teatro Consorziale e dalla famiglia Colzani con la collaborazione dell’Associazione Ca’ Rossa e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Bologna, l’edizione 2008 si avvale inoltre della collaborazione dell’Accademia Internazionale della Musica di Milano e dell’Accademia di Didattica vocale di Kyoto (Giappone).
La direzione artistica sarà del maestro Aldo Salvagno. La soprano budriese Renata Mattioli presiederà la giuria composta da personalità del mondo musicale internazionale, che sceglieranno i vincitori fra 74 candidati provenienti da ogni parte del mondo.
Il concorso si svolgerà dal 7 al 10 maggio. Il gran finale prevede l’esecuzione di un aria, a scelta della giuria, che verrà eseguita dai finalisti davanti al pubblico che potrà accedere al teatro gratuitamente. L’esecuzione sarà accompagnata dall’Ensemble Orchestrale del Teatro Consorziale “Antonio Certani”.
La giuria è composta da Renata Mattioli ( presidente), dal musicologo Giorgio Gualerzi, dai direttori d’orchestra Leone Magiera e Aldo Salvagno ( a cui è stata affidata la direzione artistica della manifestazione) e dai soprani Peggy Bouveret (docente alla Scuola Normale di Musica di Parigi) e June Anderson.
Il concorso è articolato in tre fasi. La parte eliminatoria e quella della semifinale saranno svolte a porte chiuse, quindi il pubblico non potrà assistervi. Questa è una scelta contestata da alcuni, ma ritenuta valida da altri per consentire ai giovani di non farsi prendere troppo dall’emozione e di poter quindi esprimersi al meglio nelle loro performances.
I premi saranno in denaro: al primo classificato 1000 euro, al secondo 500, al terzo 250. A tutti sarà rilasciato un Diploma di Partecipazione. Un Premio Speciale della somma di 500 euro sarà offerto dalla famiglia Colzani al miglior baritono dell’intero concorso.
Per tutti gli amanti dunque della buona musica e del canto lirico non resta quindi che annotarsi sull’agenda la data del 10 maggio e recarsi a Budrio sicuri di ascoltare una buona musica e di assistere alla scoperta di nuovi talenti.