Visitare Locorotondo nella Valle d’Itria

locorotondo.jpgSe capitate nella zona del sud-est barese vi consiglio di visitare Locorotondo.

Oltre alle più rinomate Alberobello, Castellana e Ostuni, Locorotondo, spesso tenuta erroneamente in secondo piano, insieme ad altre città limitrofe, come Martina Franca, rappresenta una cittadina splendida da visitare.

Di impianto Circolare, Locorotondo ha una splendida vista panoramica sulla Valle d’Itria e tipici sono i colori bianchi dovuti alla calce e gli adorni presenti su quasi ogni casa del Borgo Antico.

Molto diffusi, in prossimità della paese, anche i tipici trulli alberobellesi.

Singolare lo stile architettonico delle case, che danno l’impressione di visitare un tipico paesaggio montano.

Spiccano subito all’occhio gli inconsueti tetti aguzzi, che qui vengono chiamati cummerse, tanto che qualcuno ha  pensato fossero intervenuti nelle’dificazione costruttori nordici. Un’ipotesi smentita.

Il Borgo Antico, suggestivo e ben conservato, è visitabile in poche ore: potrete assaporare, oltre alla tranquillità cittadina, anche deliziosi tesori enogastronomici locali: Involtini soffocati, Fave ma soprattutto il tipico vino Locorotondo D.O.C.

Vi consiglio di entrare in qualche enoteca aperta e fare una bella scorta di buon vino della Valle d’Itria.

Arrivati in tarda mattinata a Locorotondo abbiamo visitato i vari monumenti storici, tra cui Palazzo Morelli (unica dimora signorile che abbia conservato integra l’impostazione architettonica barocca),  mentre abbiamo potuto solo immaginare il Vecchio Palazzo Comunale, attualmente in ristrutturazione.

Verso l’ora di Pranzo abbiamo pensato bene, la sottoscritta e i suoi compagni di viaggio, di ristorarci presso l’Osteria “Centro Storico“, dove abbiamo apprezzato la gastronomia locale reinterpretata con un pò di fantasia.

Successivamente il nostro percorso è proseguito nel visitare alcune chiese, tra cui vi consiglio

  • Chiesa Madonna della Greca;
  • Chiesa Madre;
  • Chiesa di San Rocco;
  • Chiesa Madonna della Catena.

In particolare la prima mi ha colpito per la sua pulizia delle forme, un sobrio stile romanico, per una chiesa piccola, a tre navate, con un enorme rosone che campeggia sulla facciata.

Se siete tipi romantici non può mancare la tipica passeggiata sulla strada panoramica e un salto ad un tipico bar del Borgo Antico.

Consiglio questa cittadina a tutte le tipologie di turisti: coppie, famiglie con bambini, gruppi e anziani, è un luogo sospeso nel tempo, un pò da favola, ben tenuto e tranquillo, tanto da meritare di appartenere al club Borghi più belli d’Italia.