Cosa visitare a Tuscania nel Lazio

Cosa visitare a Tuscania nel Lazio


06Antica città romana della provincia di Viterbo nel Lazio, sorta in un territorio già abitato nel corso del Paleolitico, Tuscania si presenta come un centro abitato ricco di sorprese e di motivi di interesse, tra le sue vie antiche si potrà avere infatti l’opportunità di ammirare chiese, monumenti e palazzi storici, che raccontano gli avvenimenti e gli eventi più importanti che hanno segnato la storia del territorio nel corso dei secoli.

Esistono tracce della presenza del popolo etrusco in questa splendida area della Tuscia Laziale, in questo senso infatti, passeggiando tra le campagne che circondano la cittadina di Tuscania, si potranno incontrare numerose necropoli, che vengono fatte risalire al VII secolo a.C. e la cui visita potrà sicuramente essere motivo di interesse, data la varietà di tombe, custodi di affreschi e graffiti che narrano l’antica arte e le tradizioni etrusche.

Secondo la leggenda, la città di Tuscania sarebbe stata fondata dal figlio di Ercole, Tusco appunto, il paese si erge sulle valli dei fiumi Marta e Capecchio, sulla sommità di una collina, dalla quale può dominare tutti i sottostanti panorami, donando la vista su paesaggi naturalistici assolutamente incredibili ed affascinanti, sicuramente meritevoli di essere apprezzati per la loro magia e la loro unicità.

Tra le vie della cittadina romana di Tuscania, sorgono un grande numero di monumenti e chiese, che testimoniano lo spirito vero ed autentico di questo borgo della Tuscia, oggi più che mai interessante ed affascinante sotto molti aspetti, capace di suscitare grande meraviglia, con il suo centro medievale che, dopo i numerosi interventi avvenuti nei secoli, la fa apparire come una caratteristica cittadina medievale.

Le chiese della città di Tuscania rappresentano sicuramente uno degli elementi più belli ed affascinanti, vi proponiamo quindi una sorta di viaggio immaginario alla scoperta dei monumenti religiosi del borgo, partendo dalla Chiesa di San Marco, uno degli edifici più antichi dell’abitato, la Chiesa di Santa Croce, oggi sconsacrata e divenuta sede dell’Archivio Comunale, la Chiesa di Santa Maria della Rosa, splendida costruzione sacra ancora oggi particolarmente bella sotto l’aspetto artistico ed architettonico, il Duomo, risalente al 1500 e custode di numerose opere d’arte di pregevole fattura, la Chiesa di Santa Maria del Riposo che, presentandosi come una delle chiese più significative del paese, custodisce tra le sue mura alcuni interessanti ed importanti affreschi, la Chiesa di Santa Maria Maggiore, edificata nell’VIII secolo, al suo interno si trova uno splendido affresco trecentesco raffigurante il Giudizio Universale, e per terminare parliamo della Basilica di San Pietro, principale edificio sacro della città, in stile romanico lombardo.

Santa Maria della Rosa in Tuscania nel 1932

Santa Maria della Rosa in Tuscania nel 1932– foto di wedish National Heritage Board from Sweden ( Pubblico dominio)

Tra i monumenti civili invece, particolarmente interessanti sono la Fontana delle Sette Cannelle, costruita in epoca etrusco-romana, la Torre di Lavello, immersa tra le costruzioni rinascimentali della città, il Palazzo Fani Ciotti, la cui costruzione viene fatta risalire al 1500, le due porte di accesso alla città fortificata, riconosciute con il nome di Porta del Popolo e Porta del Poggio, il Palazzo Comunale, che risale al 1600 e custodisce tra le sue mura alcuni incantevoli affreschi rinascimentali, uscendo dal paese inoltre, si incontrano le Necropoli etrusche più grandi del territorio, quella della Regina e quella della Tomba.

Tuscania – Veduta

Tuscania – Veduta– foto di Mattana ( Pubblico dominio)

Da non perdere anche:

Tuscania: interno del duomo di San Giacomo.

Tuscania: interno del duomo di San Giacomo.– foto di Etienne (Li) ( CC BY-SA 4.0)

Clicca qui per scoprire e prenotare i migliori Hotel a Tuscania



Dettagli Giulio Detti

Libero Professionista & Maremmano