Distinti Salumi, i salami in mostra a Cagli (Marche)

Distinti Salumi

Distinti Salumi, Rassegna Nazionale del Salume, si sta rapidamente affermando come il più noto appuntamento del gusto dedicato all’artigianato norcino nazionale di qualità firmato Slow Food.

Con Distinti Salumi Cagli, città d’arte a pochi chilometri da Urbino e Gubbio, apre i suoi antichi palazzi nobiliari, e li trasforma, nelle tre giornate della Rassegna (dal 25 al 27 aprile ), in sale di degustazione, percorsi didattici, educazioni sensoriali, esperienze tattili, visive ed olfattive e interattive insieme a momenti di grande passione nell’assaggio dei sapori più tipici di questa terra.

La Rassegna si apre all’interno del centro storico, nei suoi palazzi, nei saloni, nei cortili, negli androni, nel Teatro comunale, nei luoghi più intimi e suggestivi, offrendo alla tradizione e alla cultura contadina di varcare le porte della città.

Nella disposizione degli spazi, la rassegna richiama l’organizzazione tipica di un Salone del Gusto, qui collocata in un’architettura autentica; disposta in quella terra di storia, arte e di civiltà che con l’amore per gli antichi sapori hanno reso le Marche stella di prima grandezza nella cultura nazionale.

La qualità è il leit motiv per tutte le occasioni golose nel mare sterminato di proposte e iniziative, il filo d’Arianna che guida il visitatore tra le immense varietà di prodotti all’interno del labirinto del gusto che la città di Cagli offre nei tre giorni della rassegna.

Il centro storico di Cagli per un lungo weekend diventa palcoscenico di eventi da scoprire o semplicemente da incontrate.

Un percorso alla scoperta delle migliori produzioni norcine del nostro Paese tra Presidi nazionali Slow Food e Consorzi nazionali di tutela del salume.

Un appuntamento per diffondere e salvaguardare l’immenso patrimonio della norcineria italiana, frutto di una grande varietà di ambienti, razze animali, lavoro artigianale di produzione e trasformazione dedicata alle famiglie dei salumi e ai possibili usi gastronomici.

Un viaggio tra presente e memoria storica legato alle tradizioni alimentari per meglio tracciare un percorso a tutela delle identità alimentari.

Un progetto di cultura eco-sostenibile che mira a dare vita a un’economia di recupero nell’allevamento allo stato brado di suini autoctoni, per la produzione e il consumo di carni pregiate e per sostenere le piccole produzioni di eccellenza secondo il principio della qualità, della tipicità, e della rintracciabilità dei prodotti e recuperando con ciò tutta una tradizione legata alle arti e ai mestieri artigianali.

Si è partiti da Cagli, per rilanciare il dibatto sul futuro della tradizione norcina e riportare l’attenzione del grande pubblico e dei produttori sul tema dei salumi di qualità con la stesura, nell’edizione 2007, di un “Manifesto dei salumi buoni, puliti e giusti” redatto in collaborazione con l’Università di Scienze Gastronomiche Slow Food.

La città di Cagli si candida, così, a divenire principale palcoscenico italiano per la valorizzazione delle produzioni norcine tradizionali.

Non solo, ad incentivare un turismo eno-gastronomico che avviene in una parte del territorio dove è affermata la ricerca del cibo tipicamente locale o tradizionale e che, in quanto tale, ha assunto una sua originale espressione culturale ricca di sensazioni, di emozioni e di nostalgie.

Un patrimonio di sapori unito ad un compendio degli elementi più nobili, la ricchezza del patrimonio storico, la grande arte, l’antica cultura civile.

Maggiori informazioni su http://www.distintisalumi.it