Spino Fiorito, l’Italia in un bicchiere

Spino Fiorito

S’inaugura questa mattina la quinta edizione di Spino Fiorito, la biennale delle piccole Italie del bicchiere, promossa dalla Provincia di Massa-Carrara. La manifestazione è inserita nel progetto “Identità Immutate” che unisce in una rete solidale i piccoli territori italiani che vogliono conservare tutti i valori della tradizione agricola e artigianale.

Lungo quattro giorni – fino al 27 aprile – e dalle ore 10 alle 19 con ingresso libero, al castello Malaspina di Massa vi saranno una mostra mercato, dibattiti, incontri, degustazioni, premi e molto altro.
Tra le novità dell’edizione 2008, la presenza di un “mercatale”, con la possibilità per i produttori di far conoscere, assaggiare e vendere i propri prodotti.

Il tema questa edizione? Il rapporto città-campagna insieme all’ agricoltura periurbana.


Tra i vari appuntamenti, “San Giorgio, una rosa per un libro“, la giornata dedicata i libri e alle loro promozioni. Poi “Bio mio salvaci tu!“, talk show che vedrà la partecipazione di sostenitori del settore come Marco Columbro, ideatore della rassegna viareggina “Saporbio”.

E ancora, la “degustazione di vino al buio“, un’iniziativa il cui ricavato sarà devoluto alle associazioni di non vedenti. Il tutto accompagnato da manifestazioni in costume storico, mostre di scultura e di pittura, di storia della enogastronomia, di ambienti naturali, di erbe spontanee e di funghi primaverili.

Nella giornata conclusiva ci sarà l’assegnazione dei premi. Il più importante è lo Spino fiorito d’oro che premierà imprenditori, enologi e giornalisti a livello nazionale e locale.