Cosa vedere a Genova: “la Dominante dei mari”!

Cosa vedere a Genova: “la Dominante dei mari”!


Una Repubblica che in passato ha dominato i mari che bagnano lo stivale italiano: ecco cosa visitare a Genova

“Arrivando a Genova vedrai una città imperiosa, coronata da aspre montagne, superba per uomini e per mura, signora del mare”: così Francesco Petrarca ha descritto questa meravigliosa città, dall’antica storia e dall’incredibile fascino.

Una storia gloriosa che mai è finita: nel non lontano 2004 la città di Genova è stata eletta come Capitale Europea della Cultura, due anni dopo, invece, ha ottenuto un riconoscimento straordinario da parte dell’UNESCO. Infatti, tra le principali cose da vedere a Genova rientrano, senza alcun dubbio, i bellissimi palazzi del suo centro storico, i quali sono stati definiti come Patrimonio dell’UNESCO, per il fatto che “…esprimono una singolare identità sociale ed economica che inaugura l’architettura urbana di età moderna in Europa”. Una città d’infinita bellezza e dal carattere decisamente forte: è facile innamorarsi dei vicoli, che da un lato richiamano la semplice struttura urbana dei piccoli borghi di pescatori; dall’altro si offrono come saccenti guide che accompagnano il visitatore tra le meraviglie di una città unica.

Una città che si immerge in panorama incantevole:  “una città regale, addossata ad una collina alpestre, superba per uomini e per mura, il cui solo aspetto la indica signora del mare …”. Forse, per descrivere le meraviglie della terra ligure, nella quale armoniosamente si erge supera Genova, le parole del grande Petrarca sono quelle più adatte, che con semplicità esprimono la vera essenza di questi luoghi.

Cosa visitare a Genova? Le attrazioni non mancano di certo: storia, architettura, arte, natura e tantissimo mare. Un mix di vecchio e nuovo, di eleganza e decadenza, che riesce a catturare l’anima di chi decide di perdersi tra le viuzze di una delle città più belle d’Italia. Una fitta ragnatela di vicoli, i caruggi, che nascondono, dietro antichi ed eleganti palazzi, piazzette dove degustare un buon caffè, lasciando che il tempo venga letteralmente annientato dalla storia che tutt’oggi è possibile respirare a pieni polmoni. Insomma, Genova è una vera e propria opera d’arte, che si presenta come un armonioso dipinto che sulla stessa tela mostra la bellezza di grandiosi palazzi nobiliari, splendide chiese e piccole botteghe, le quali poggiano su i forti pilastri della tradizione. Camminare e perdersi: è questo l’unico consiglio che si può dare al visitatore.

Ecco cosa vedere a Genova, avvolti in una suggestiva atmosfera che accarezza dolcemente il cuore.

Un itinerario storico-architettonico incredibile, il quale si affianca a quella che è una delle attrattive maggiori: l’Acquario di Genova. Una tappa fondamentale: rientra nella speciale classifica degli acquari più grandi del mondo e occupa il gradino più alto del podio europeo (a parità di meriti con quello di Valencia). Un enorme complesso che dal 1992 vanta un numero impressionante di visitatori (oltre il milione di visitatori ogni anno). Uno spettacolo meraviglioso, per grandi e piccini, per scoprire le bellezze del mare, all’interno di una città.

Ma, passando all’architettura, che rende Genova un luogo inimitabile, da vedere assolutamente sono:

  • Via Garibaldi: un vero e proprio museo a cielo aperto, che ospita tra i più bei palazzi patrizi del ‘500 e del ‘600. Palazzi che non solo incantano per l’architettura che li rende straordinariamente affascinanti, ma che fanno da scrigno per tesori di inestimabile valore, come le prestigiose collezioni ospitate nelle famose Gallerie di Palazzo Bianco, di Palazzo del Podestà o di Palazzo Tursi, ora sede degli uffici comunali. Ma, in questa storica strada sorgono e si presentano maestosi ed eleganti agli occhi del visitatore, anche altri palazzi: Palazzo Pallavicini Cambiaso (1558), Palazzo Pantaleo Spinola (o Palazzo Gambero) (1558), Palazzo Lercari Parodi (1571), Palazzo Carrega Cataldi (1561), Palazzo Angelo Giovanni Spinola (1558), Palazzo Doria (1563), Palazzo Podestà (1565), Palazzo Cattaneo Adorno (1588), Palazzo delle Torrete (1716), Palazzo Campanella (1562).
  • la Cattedrale di San Lorenzo: Chiesa Madre di Genova, che si mostra con delle vesti dallo stile gotico, caratterizzata dalle strisce bianche e nere della facciata, simbolo di prestigio nel Medioevo. Una volta entrati si è avvolti dalla più elegante e sfarzosa bellezza dei tempi antichi: nelle tre navate sono gelosamente custodite non solo opere di artisti la cui fama è ancor oggi molto grande, ma anche reperti storici, che testimoniano l’importanza che Genova ha avuto nei secoli passati;

    Cattedrale di San Lorenzo

    Cattedrale di San Lorenzo

  • la Lanterna di Genova: il simbolo più forte della città (117 metri di altezza), era lo storico faro, visibile da oltre 30 Km dal mare. Una costruzione che risale alla prima metà del ‘500, voluta fortemente dal doge Andrea Centurione Pietrasanta. E’ possibile raggiungere il luogo ove sorge tale Lanterna a piedi, con una passeggiata panoramica che costeggia le antiche mura cittadine.
  • il Quartiere di Boccadasse:  il più pittoresco dei quartieri marinari di Genova. Un vero e proprio borgo di pescatori in miniatura, caratterizzato dalle particolari stradine che lo avvolgono dolcemente. Le strutture tipiche, le crêuze (cantate da De Andre nel suo Crêuza de mä) e i colori delle stesse, dalle tinte pastello, lo rendono la cornice perfetta per momenti di puro romanticismo;

    Il pittoresco quartiere Boccadasse

    Il pittoresco quartiere Boccadasse

  • il Porto: la parte storica del porto di Genova è attualmente adibita a quartiere residenziale e centro turistico e culturale della città.
  • Piazza de Ferrari: principale piazza di Genova, caratterizzata dalla monumentale fontana centrale e circondata da palazzi di architettura elegante. E’ questo il vero cuore pulsante della città, circondato da palazzi che in passato rappresentavano l’intera comunità.

    La bellissima piazza

    La bellissima piazza

E ancora musei e parchi che si materializzano dietro le alte mura dei palazzi: impossibile fare una completa lista delle bellezze da vedere. Ogni angolo ha un suo perché, pronto a far innamorare chi a Genova si reca con lo spirito di chi vuol ascoltare cosa la città sussurra.

Cosa fare a Genova: uscite dagli schemi!

La città di Genova si sviluppa in verticale, aggrappata ai pendii che dolcemente scendono a mare. Quindi, un giro sulle funivie e sul famoso ascensore di Castelletto permetterà di godere di una vista panoramica mozzafiato del centro storico. Uno sguardo dall’alto per ammirare gli eleganti palazzi e le pittoresche abitazioni.

Parlando di Genova si sente spesso il termine Rolli, ma che cosa sta ad indicare? Trattasi di una lista delle più importanti e sontuose dimore nobiliari della città. Vi piacerebbe visitarle tutte e passare una giornata da nobili? Allora, non perdetevi tra gli eventi a Genova il Rolli Days, un week end in cui tutti questi palazzi nobiliari si aprono al pubblico.

Il mare è altro punto forte di questa bellissima città: una passeggiata a picco sul mare e immersi in viali di profumate e rose è proprio quel che ci vuole. I Parchi di Nervi, che si estendono per circa 9 ettari, offrono tutto questo. Una bellissima e rilassante passeggiata per ammirare il limpido mare blu e per inebriare la mente con dolci profumi. E poi? Un bell’aperitivo al Porto Antico è il modo migliore per salutare Genova. Sono davvero tanti i locali dove assaggiare le prelibatezze del posto e dove degustare un ottimo vino, che giunge al mare scendendo dai caratteristici vigneti liguri.

Genova è questo e molto altro ancora.



Dettagli Mariano Cheli

..."sentirsi liberi attraverso le parole"... Studente in giurisprudenza amante della scrittura. Adoro giocare con le parole e amo informarmi e scrivere in merito a svariati argomenti. Inoltre, amo il mio Paese e giorno dopo giorno cerco di conoscerlo sempre più a fondo e, attraverso la scrittura e il web, presentarlo a quante più persone possibili, sotto molteplici sfaccettature.