Un viaggio nelle Langhe: ecco cosa vedere ad Alba, città dai “mille sapori”.

Un viaggio nelle Langhe: ecco cosa vedere ad Alba, città dai “mille sapori”.


Alla scoperta di una città che ha tanto da offrire: pronti per “assaporare” le meraviglie di Alba?

Un territorio colorato dalle meravigliose tonalità dei campi coltivati e dalle immense vigne che lo abbracciano dolcemente e che regalano vini pregiati: ci troviamo nelle Langhe e la città di Alba rappresenta l’epicentro culturale ed economico di questo incantevole territorio. Ampie colline che si perdono all’orizzonte, solcate dal Tanaro e dalla Bormida Orientale, capaci non solo di incantare con spettacolari paesaggi i visitatori, ma anche grazie ai profumi e ai sapori che di queste terre sono il simbolo. Vini come il Barolo, Barbera e il Nebbiolo, solo per citarne alcuni, e cibi pregiati, come il tartufo di Alba, famoso in tutta Italia e fuori dai confini della stessa penisola, fanno di questo centro una delle capitali italiane del gusto.

Il bellissimo paesaggio delle Langhe

Il bellissimo paesaggio delle Langhe

Alba è una città che punta ad uno sviluppo intelligente, cercando di fondere indissolubilmente la cultura e le tradizioni tipiche di questi luoghi, con il turismo. Una città che ha origini lontane, le cui radici si diramano oltre l’epoca romana, di cui tante sono le testimonianze perfettamente conservatesi nel tempo, come ad esempio la bellissima Alba sotterranea.

Una realtà che ha tanto da offrire dal punto di vista culturale, storico, paesaggistico ed economico: non bisogna dimenticare che Alba è il secondo centro della provincia di Cuneo.

Una città che riprende il tipico sistema urbano romano, che prevede l’intera struttura della città organizzata in insule, racchiuse da grandi mura poligonali a difesa della stessa cittadina: tipico esempio di fortificazione urbana romana e prima città in tutto il Piemonte ad essere costruita seguendo tale schema. Piazza Risorgimento, cuore della città, rappresenta il moderno punto di incontro tra il Cardo e il Decumano. Ma, il medioevo ha portato con sé cambiamenti non solo culturali, bensì anche strutturali, cambiando l’architettura tipica romana e portando un’ondata di novità: impossibile non notare le bellissime costruzioni (i grandi Palazzi del centro ne sono l’esempio) in mattoni e con spettacolari torri.

Una città che da ogni epoca è riuscita, quasi come se fosse viva, a prendere il meglio, riuscendo a fondere le meraviglie urbanistiche in un unico e armonioso complesso.

Ecco cosa vedere ad Alba: breve viaggio tra le meraviglie di epoche passate

Tra le cose da vedere ad Alba il Duomo occupa il primo posto. Una spettacolare costruzione che domina il centro della città, la prima citata Piazza Risorgimento, cuore pulsante di questa bellissima realtà urbana, dove si trova anche il bellissimo Palazzo Comunale e le torri Sineo, Paruzza e Astesiano, tutti simboli di una ricca epoca medievale. Ma, proprio tra queste bellezze, si posiziona quella che è la struttura del Duomo, che presenta forme di epoca romanica, come ad esempio il meraviglioso campanile.

Piccolo scorcio del centro storico di Alba

Piccolo scorcio del centro storico di Alba

Basta percorrere Via Vittorio Emanuele per fare un tuffo nella bellissima epoca medievale e rinascimentale. Passeggiare tra i grandi palazzi, che con estrema eleganza indossano abiti di un’architettura ricercata ma che, allo stesso tempo, resta umile nelle sue forme, scaccia via ogni pensiero e azzera i frenetici ritmi di una moderna società, la quale deve essere necessariamente ripresa per mano e portata a passeggiare, appunto, tra la calma tipica di quell’epoca. Bellezze medievali che si fondono con ruderi che ci riportano nella gloriosa epoca romana, tutti lì ad aspettare il turista in un gioioso silenzio. Piazza Umberto I è altra tappa fondamentale, dalla quale si diramano i viali che seguono il preciso tracciato delle mura romane.

Luogo incantevole è il Museo Archeologico e di Scienze Naturali “Federico Eusebio”, che con i suoi 1500 pezzi esposti, permette di attraversare tutto d’un fiato l’età neolitica, del bronzo, del ferro, l’epoca romana e via via fino ad arrivare ai giorni nostri.

Infine, tra le principali cose da visitare ad Alba vi rientra sicuramente il Centro Studi “Beppe Fenoglio”, situato proprio in quella che è stata la casa dello scrittore. Approfondire la vicenda umana e letteraria di un grandissimo scrittore, attraverso racconti, immagini e documenti è un’esperienza unica, capace di appesantire con perle di valore il proprio bagaglio culturale.

Anche la Chiesa Di San Giovanni Battista, il Santuario Madonna della Moretta, il Tempio San Paolo e la Fondazione Ferrero rientrano sono luoghi da vedere assolutamente. Insomma, la città di Alba ha tanto da offrire e il divertimento è assicurato. Tranquilli, se la fame vi assale, siete nel posto giusto: qui, si mangia benissimo.

Alla scoperta dei sapori di Alba

Se vi state chiedendo cosa mangiare e cosa fare ad Alba, non vi preoccupate: tantissimi sono le specialità locali da assaggiare, magari accompagnati da quelli che sono gli ottimi vini prodotti nelle colline tutt’attorno, così come sono numerosi gli eventi durante l’intero anno.

Tra le manifestazioni da non perdere c’è la famosa Fiera del tartufo di Alba, che si svolge dalla prima domenica di ottobre e si prolunga fino alla terza domenica di novembre. Una fiera dalla fama internazionale, interamente dedicata al pregiato tartufo bianco, che si nasconde proprio sotto il terreno delle colline delle Langhe e che rappresenta una esclusiva specialità della saporita cucina italiana.

Il gioiello di Alba: il pregiato tartufo bianco

Il gioiello di Alba: il pregiato tartufo bianco

Siete buongustai? Allora è doveroso segnalarvi questi locali: Da Beppe, Daniel’s, La Capannina e Il Nuovo San Giorgio, che rientrano tra i migliori ristoranti dove mangiare ad Alba. Non solo tartufo: le specialità culinarie, pronte a rapire le vostre papille gustative sono infinite. Le Langhe sono terra di dolci profumi e antichi sapori: lasciatevi avvolgere dalle meraviglie di questi luoghi!



Dettagli Mariano Cheli

..."sentirsi liberi attraverso le parole"... Studente in giurisprudenza amante della scrittura. Adoro giocare con le parole e amo informarmi e scrivere in merito a svariati argomenti. Inoltre, amo il mio Paese e giorno dopo giorno cerco di conoscerlo sempre più a fondo e, attraverso la scrittura e il web, presentarlo a quante più persone possibili, sotto molteplici sfaccettature.