I castelli della Calabria

I castelli della Calabria

I castelli in Calabria sono stati principalmente costruiti per proteggere i luoghi e le persone dagli attacchi marittimi provenienti dalla vasta linea di costa della regione. Sono stati i Normanni che per primi hanno iniziato a costruire fortezze e castelli in Calabria. Ecco una selezione dei più sorprendenti.

Castello di Corigliano Calabro
Questo castello (sito web ufficale: www.castellodicoriglianocalabro.it/), situato in provincia di Cosenza, è stato costruito dal re normanno Roberto il Guiscardo nella seconda metà dell’XI secolo per il controllo della zona. La fortezza è stata inizialmente utilizzata per scopi militari, poi trasformata in una residenza per le famiglie nobili. La famiglia Saluzzo ha deciso di cambiare e migliorare l’aspetto del castello e nel XVII secolo sono state costruite la cappella di Sant’Agostino e la torre ottagonale.
La parte inferiore del castello rappresenta il nucleo principale. Si possono ancora visitare le antiche terme utilizzate per raccogliere l’acqua, la grande cucina, una parte delle prigioni e le feritoie utilizzate per la difesa dagli attacchi esterni.

Corigliano_Calabro_Il_Castello_2Foto CC-BY-SA di Godslave

Castello Normanno di Santa Severina
Questo è forse il meglio conservato e più bel castello della regione. La parte centrale del castello fu costruita dai Normanni per soddisfare il desiderio del re Roberto il Guiscardo. Tuttavia, gli scavi archeologici hanno dimostrato la presenza di strutture precedenti sul sito, che risalgono ai tempi della Magna Grecia. Il castello è situato su una superficie di 10.000 metri quadrati e le sue camere sono così belle che vengono utilizzate tuttora per cene e matrimoni. Sono decorate con stucchi e affreschi barocchi. Oggi il castello ospita anche un museo ed è spesso sede di concerti e mostre d’arte.

Castello Svevo di Cosenza
Il centro storico di Cosenza è dominato dal suo Castello Svevo (Castello Svevo in italiano). Il castello è stato costruito su una collina artificiale creata con la terra ottenuta dallo scavo del suo fossato. Questo è, molto probabilmente, la più grande testimonianza di architettura sveva nella regione: dopo la sua prima creazione, è stata ricostruita nel 12 ° secolo da Ruggero il Normanno. Un secolo più tardi è stato modificato da Federico II di Svevia, che ha aggiunto le sue due torri ottagonali. Nel 15 ° secolo, il castello fu utilizzato come residenza reale dalla famiglia Angiò.
Nel 16 ° secolo, gli spagnoli utilizzato il castello come fortezza militare e la struttura è stata attrezzata per questo scopo. Oggi, questo affascinante edificio si trova a noi ricorda la sua storia e bellezza, curato e in forma relativamente buona nonostante le gravi terremoti che hanno colpito l’area nel 17 ° e 18 ° secolo.

Castello di Belvedere marittimo
Il castello di Belvedere Marittimo è stato costruito nella seconda metà dell’XI secolo, in seguito alla richiesta di Ruggero il Normanno. Dopo qualche tempo, è diventato dimora stabile delle più nobili famiglie. Diversi nomi importanti compongono la lista dei suoi abitanti: Carlo I d’Angiò, Ruggero di Sangineto e la famiglia Sanseverino. Quando il regno di Napoli fu conquistato dagli Aragonesi, Ferdinando d’Aragona apportò ulteriori modifiche al palazzo, aggiungendo un ponte levatoio e due torri cilindriche. Il castello ha anche pareti tipicamente aragonesi costruite per la difesa. Oggi, il Castello di Belvedere è considerato un monumento nazionale.

Castello aragonese di Pizzo Calabro
Il castello dice molto sul periodo aragonese in Calabria, ma è diventato famoso per altri motivi: costruito da Ferdinando d’Aragona, che si recò in Calabria per sedare delle rivolte locali contro il dominio spagnolo nella zona, il castello fu terminato nel 1492 e diventò estremamente famoso in epoca napoleonica, come il luogo dove Gioacchino Murat, il fratello di di Napoleone Bonaparte, fu imprigionato e giustiziato.
La sua popolarità è ben rappresentata dalla grande quantità di visitatori provenienti ogni anno da Pizzo Calabro a vedere questo magnifico edificio con i propri occhi. Così incredibilmente bello, potrebbe aver ispirato alcuni dei più noti scrittori, come Alexandre Dumas, che amava molto questo posto.

Castello Pizzo calabroFoto CC-BY-SA 3.0 di Belsito

Insomma, se state trascorrendo le vostre vacanze in questa splendida regione, magari divertendovi con l’animazione di qualche bel villaggio in Calabria, ritagliatevi un po’ di tempo anche per scoprire questi luoghi meravigliosi!

Dettagli Veronica

Viaggiare è la mia più grande passione al pari dello scrivere! Mi dedico ai blog turistici da diversi anni. Mi piace diffondere contenuti che possano essere utili per gli utenti. Molto spesso gli utenti e i viaggiatori vanno alla ricerca di informazioni dettagliate che non riescono a trovare online. Il mio obiettivo è quello di cercare di rispondere alle esigenze reali delle persone grazie alla pubblicazione dei miei post.