I migliori romanzi di viaggi: quando da un libro nasce la voglia di partire



romanzi-viaggi

Come ad un famoso personaggio di Pirandello, ad ogni lettore è capitato di chiudere gli occhi e fantasticare di viaggi in lungo e in largo per il mondo. Leggere di viaggi induce ad allargare gli orizzonti dell’immaginario e spesso una lettura può portare fino a raggiungere quel tanto di curiosità che basta per dire: parto!

I libri ci consigliano e ci ispirano, e comprare un libro può allora diventare un grande investimento per la nostra voglia di scoprire. Meglio ancora se, approfittando delle offerte amazon su Groupon questi libri diventano sempre più vicini a noi ed economici.

Da sempre la letteratura racconta di viaggi o, meglio ancora, i viaggi si raccontano attraverso la letteratura, parlando di scoperte, avventure o del semplice piacere dell’osservazione. Dal Milione di Marco Polo fino ai giorni nostri, sono tantissimi i libri che possono darci nuove vedute sul mondo.

La voglia di esplorazione è qualcosa che non si può arrestare. La racconta benissimo Ezechiele, personaggio di Moby Dyck di Herman Melville, o i personaggi di Cuore di tenebra di Conrad. Pensate poi a Goethe e al suo Viaggio in Italia, splendida ricognizione del Grand Tour fatto dal poeta tedesco, e avrete una prova di quanto di bello si nasconde in un viaggio, anche senza allontanarsi troppo da casa.

Avvicinandoci di più ai nostri tempi, i romanzi che raccontano di esplorazioni e avventure in viaggio sono tanti. I viaggi in autostop dei personaggi di Kerouac di Sulla strada sono un esempio di girovagare che non può non invogliare a mettersi in viaggio. Altri libri ancora ci raccontano dei mondi che si osservano man mano, continuando le peregrinazioni e gli spostamenti. Esperienze del genere sono raccontate ad esempio in Patagonia express di Luis Sepúlveda, in Viaggio in Portogallo o Notturno indiano di Antonio Tabucchi, o in Omaggio alla Catalogna di George Orwell. Ma potremmo citare anche Le balene lo sanno. Viaggio nella California Messicana di Pino Cacucci o ancora il bellissimo viaggio alla scoperta di un paesaggio nuovo e nuove tradizioni di Ogni cosa è illuminata di Jonathan Safran Foer. Per alcuni scrittori il viaggio è vero e proprio motivo costante per la scrittura e il racconto, e come non pensare allora a tanti libri di Paolo Ruiz che ha fatto del viaggio la sua letteratura. I libri di viaggi ci portano a scoprire non solo il presente ma anche le storie che ogni luogo racchiude. Un saggio di questo è nel bellissimo In viaggio con Erodoto di Ryszard Kapuściński, altro libro che non può che ispirare ad ognuno di noi voglia di nuovi luoghi e conoscenza.

Quello che c’è da sapere è che il viaggio, nella letteratura, è nascosto ovunque. In qualsiasi momento, allora, andare in libreria può significare l’acquisto di un biglietto per un nuovo viaggio immaginario che, chissà, potrà portarvi piano piano al vero e proprio momento di fare le valigie e partire. Ogni viaggio è un racconto e tutti i viaggi raccontano in modo diverso quello che non conosciamo e vorremmo fare nostro. Come si può farne a meno quando è tutto così vicino a noi, dentro le pagine che ogni libro ci regala?