5 borghi da cartolina in Toscana



San Gimignano

La Toscana è una delle regioni più belle e visitate d’Italia, sia per la ricchezza del suo patrimonio storico artistico, sia  sia per gli splendidi paesaggi da cartolina che lasciano estasiati turisti italiani e stranieri.

In questo articolo vogliamo condurvi proprio in quei luoghi ameni: piccoli paesi, gioielli incastonati tra le verdeggianti e morbide colline toscane, dove scorre un tempo diverso, il tempo della tradizione, ancora pregno dei vecchi mestieri artigiani e dei genuini sapori di questa terra.

Iniziamo con San Gimignano, un borgo antico adagiato su dolci colline e circondato da cipressi, ulivi. Questo borgo è particolarmente famoso per le sue torri, visibili già in lontananza, oggi sono circa 15, ma un temo erano ben 70. La più alta è la Torre Grossa con i suoi 54 metri ma la più suggestiva è sicuramente la torre Rognosa. Di grande interesse è anche Piazza della Cisterna, che deve il suo nome dalla cisterna collocata nel centro, una piazza medievale che al tempo fu teatro di tornei, feste e mercati, oggi conserva ancora tutta l’atmosfera di quel periodo.

Cipressi di San Quirico val d'Orcia

Cipressi di San Quirico val d’Orcia – Di Massimo Telò – Opera propria, CC BY-SA 3.0,

San Quirico D’Orcia è un paese in provincia di Siena particolarmente importante durante il Medioevo per la sua posizione strategica sulla via Francigena. Oltre ai monumenti di interesse come il Castello Vignoni, la Chiesa di San Biagio e la Cappella della Madonna di Vitelata, San Quirico deve la sua fama agli Horti Leonini: degli orti che si trovano nei baluardi del borgo. Risalenti al 1581 gli Horti Leonini sono composti da spettacolari aiuole, un bosco di lecci secolari e numerose sculture allegoriche.

Vista di Sorano

Vista di Sorano – CC BY-SA 3.0,

Sorano si trova in provincia di Grosseto ed è un paese anche noto con l’appellativo di “Matera della Toscana”. Questo incantevole borgo infatti è formato in gran parte da edifici e abitazioni rupestri scavate nel tufo che riportano alla memoria i Sassi di Matera. Il colpo d’occhio è di grande effetto in quanto Sorano si trova arroccata su una rupe di tufo di 379 metri in posizione dominante sul fiume Lente.

Anche passeggiare tra il dedalo di stradine, vicoli, cantine, cortili del paese è particolarmente affascinante, in quanto si aprono al visitatore scorci di straordinaria bellezza.

Castelfalfi

Castelfalfi

Castelfalfi è invece una frazione di Montaione che si trova in provincia di Firenze. Questo piccolo borgo, rimasto disabitato negli anni Sessanta, è stato ripopolato attraverso un interessante progetto di restauro e riqualifica del territorio nel rispetto delle sue caratteristiche storico-paesaggistiche.

Il borgo di Castelfalfi posto su una dolce collina offre un meraviglioso panorama sulla tenuta che lo ospita, caratterizzata da verdi filari di vite, olivi, cipressi. Tra le dolci colline è situato il campo da golf di Castelfalfi, anch’esso costruito cercando di ridurre al minimo l’impatto ambientale attraverso il recupero di un terreno agricolo che era dismesso, e, grazie allo sfondo dei colli e della natura in cui è immerso, si dimostra essere uno dei campi da golf più belli e suggestivi della Toscana.

Infine merita una visita Lucignano, un piccolo paese in provincia di Arezzo. Quello che rende speciale questo borgo è il fatto che esso è una testimonianza fedelissima dell’urbanistica medievale, in quanto mantiene praticamente intatta la struttura di allora. Il borgo infatti si struttura su pianta ovale, con le strade che si sviluppano in maniera concentrica, e conserva ancora gran parte della cinta muraria sulla quale si aprono tre porte risalenti al 1371.